Occhio alla rete. Molti i crimini su Internet durante le feste

Occhio alla rete. Molti i crimini su Internet durante le feste
06 Gennaio 2019 ore 08:00

 

Durante il terzo trimestre del 2018, oltre un quarto delle imprese ha subito un attacco malware proveniente da dispositivi mobile, con sistema operativo Android quale principale vettore di attacco. Basti pensare che l’’87% delle aziende si basa attualmente sull’uso di dispositivi personali da parte dei propri dipendenti per accedere alle app aziendali. Più di tre milioni di nuovi campioni di malware per Android sono stati scoperti lo scorso anno, di cui uno solo ha infettato oltre 500.000 dispositivi Android.  Problema che tende ad aggravarsi durante il periodo delle  festività e dello shopping natalizio. Ciò significa che i dipendenti useranno i propri dispositivi mobile molto più del solito per svolgere attività online, come shopping, altre attività social e di intrattenimento. Di seguito i consigli di Fortinet per una sicurezza che ogni azienda deve conoscere.

I consigli di Fortinet

Le minacce basate su Android rappresentano attualmente il 14% di tutte le minacce informatiche che le  organizzazioni devono affrontare, dal momento che oltre l’80% di smartphone, tablet e altri dispositivi mobile si basa su sistema operativo Android. E se la trasformazione digitale ha spinto il fenomeno del Bring-Your-Own Device (BYOD) dall’essere un privilegio esteso ai dipendenti, oggi è diventato una componente critica della strategia dell’infrastruttura aziendale. Per questo, le festività sono un grande evento per i criminali informatici. Nel corso delle settimane di festa il numero di siti web compromessi, truffe di beneficienza, phishing via e-mail, punti di accesso web malevoli e persino siti di shopping fittizi “esploderanno”. Sono stati tutti progettati per sottrarre dati, informazioni personali e finanziarie, oltre che per diffondere malware. Proteggere la propria azienda da potenziali minacce non note introdotte dai dipendenti richiede un approccio su due fronti. Il primo è rafforzare con impegno la propria rete contro la nuova ondata di minacce indirizzate ai dispositivi mobile, e il secondo è quello di educare i propri dipendenti a strategie sicure durante le festività natalizie.

Preparare la rete e proteggerla

Ove possibile, è importante stabilire un processo per proteggere i dispositivi mobile. Innanzitutto, se un utente desidera collegare il proprio dispositivo alla rete, deve esserci un livello minimo di sicurezza a cui attenersi. Questo dovrebbe includere l’installazione di alcune app di sicurezza o client che contribuiscono alla sicurezza aziendale. Quindi impostare il traffico normale dei dispositivi mobile in modo da poter monitorare dinamicamente e attivare notifiche per eventuali anomalie del traffico. I punti di accesso alla rete devono eseguire analisi delle minacce in tempo reale, includendo una “sandbox” per rilevare attività o software dannosi. Ciò dovrebbe essere supportato da una soluzione di Network Access Control che possa  identificare e registrare i dispositivi, assegnarli a un segmento di rete interno sulla base di profili dei dispositivi e policy e rispondere alle minacce mettendo in quarantena i dispositivi infetti.

Alcune avvertenze

Connettersi con cautela a un Wi-Fi pubblico. I siti di Wi-Fi pubblici sono un paradiso per i criminali per cercare di intercettare una connessione per sottrarre password, rubare informazioni bancarie, di carte di credito e altri dati personali. È bene ricordare agli utenti che usano access point “Free Wi-Fi” che potrebbero essere connessi  a Internet attraverso un dispositivo malevolo che può vedere e catturare tutto il traffico dati indirizzato ai siti di shopping online, alla propria banca, oppure sui social media personali.

Scaricare solo app legittime da siti autentici. La maggior parte delle infezioni dei dispositivi mobile è il risultato del download di applicazioni infette. Molte di queste app si nascondono sui dispositivi e monitorano il traffico web e delle applicazioni. Durante le festività, quando si fanno più acquisti online rispetto al resto dell’anno, la possibilità che una app compromessa intercetti informazioni finanziarie o di altra natura è particolarmente elevata.

Pensarci bene prima di fare acquisti da un sito sconosciutoè importante ricordare ai dipendenti che prezzi estremamente bassi e un’elevata disponibilità di articoli solitamente difficili da reperire sono bandiere rosse di potenziali truffe.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità