Cronaca
Nessun segno di effrazione

Omicidio-suicidio nel Vercellese: forse è stata la donna a sparare

Lui era molto conosciuto in provincia

Omicidio-suicidio nel Vercellese: forse è stata la donna a sparare
Cronaca 23 Luglio 2020 ore 09:25

Omicidio-suicidio nel Vercellese: forse è stata la donna a sparare. Prime ipotesi sulla tragedia scoperta nella mattinata di ieri dalla figlia di una delle vittime.

Omicidio-suicidio nel Vercellese: forse è stata la donna a sparare

Potrebbe essere stata lei, Mariella De Matteo, a sparare al compagno e poi a rivolgere la pistola contro se stessa. E’ una prima ricostruzione, ancora da confermare, sull’omicidio-suicidio scoperto nella giornata di ieri, mercoledì 22 luglio, a Villata, nel Vercellese. La donna, 73 anni, conviveva con Osvaldo Ferraris, 76 anni, noto designer di arredamento (leggi anche Prima Vercelli).

La scoperta della figlia

L’allarme è stato dato dalla figlia di Ferraris che ha chiamato le forze dell’ordine dopo che nessuno le rispondeva al telefono, né le apriva la porta. I due corpi senza vita erano in camera da letto. Nessun segno di effrazione, nessuna traccia che al momento faccia pensare a un’altra persona: da qui la pista dell’omicidio-suicidio. Forse i corpi erano lì da più di un giorno. La pistola usata apparteneva all’uomo, ed era regolarmente denunciata.

Seguici sui nostri canali