Nessun segno di effrazione

Omicidio-suicidio nel Vercellese: forse è stata la donna a sparare

Lui era molto conosciuto in provincia

Omicidio-suicidio nel Vercellese: forse è stata la donna a sparare
23 Luglio 2020 ore 09:25

Omicidio-suicidio nel Vercellese: forse è stata la donna a sparare. Prime ipotesi sulla tragedia scoperta nella mattinata di ieri dalla figlia di una delle vittime.

Omicidio-suicidio nel Vercellese: forse è stata la donna a sparare

Potrebbe essere stata lei, Mariella De Matteo, a sparare al compagno e poi a rivolgere la pistola contro se stessa. E’ una prima ricostruzione, ancora da confermare, sull’omicidio-suicidio scoperto nella giornata di ieri, mercoledì 22 luglio, a Villata, nel Vercellese. La donna, 73 anni, conviveva con Osvaldo Ferraris, 76 anni, noto designer di arredamento (leggi anche Prima Vercelli).

La scoperta della figlia

L’allarme è stato dato dalla figlia di Ferraris che ha chiamato le forze dell’ordine dopo che nessuno le rispondeva al telefono, né le apriva la porta. I due corpi senza vita erano in camera da letto. Nessun segno di effrazione, nessuna traccia che al momento faccia pensare a un’altra persona: da qui la pista dell’omicidio-suicidio. Forse i corpi erano lì da più di un giorno. La pistola usata apparteneva all’uomo, ed era regolarmente denunciata.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità