Cronaca

Ospedale Maggiore, debutta il sistema Biojet per le diagnosi alla prostata

Ospedale Maggiore, debutta il sistema Biojet per le diagnosi alla prostata
Cronaca 14 Settembre 2016 ore 20:26

NOVARA - Risonanza magnetica ed immagine ecografica si fondono guidando l’ago della biopsia proprio là dove potrebbe esserci il tumore. E’ l’ultima frontiera della diagnostica in campo urologico: una tecnologia “soft” inaugurata oggi, mercoledì 14 settembre, all’ospedale Maggiore di Novara, tra i primi centri in Italia a dotarsi di questa apparecchiatura all’avanguardia. Il sistema di biopsia prostatica “Fusion” Biojet permetterà, infatti, di raggiungere un maggior grado di accuratezza nell’individuare il cancro alla prostata e di ridurre l’invasività dell’esame, diminuendo il numero di prelievi necessari. L’apparecchiatura è stata acquisita grazie ad una donazione di 100 mila euro della Fondazione Bpn.

l.pa.

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara di giovedì 15 settembre

NOVARA - Risonanza magnetica ed immagine ecografica si fondono guidando l’ago della biopsia proprio là dove potrebbe esserci il tumore. E’ l’ultima frontiera della diagnostica in campo urologico: una tecnologia “soft” inaugurata oggi, mercoledì 14 settembre, all’ospedale Maggiore di Novara, tra i primi centri in Italia a dotarsi di questa apparecchiatura all’avanguardia. Il sistema di biopsia prostatica “Fusion” Biojet permetterà, infatti, di raggiungere un maggior grado di accuratezza nell’individuare il cancro alla prostata e di ridurre l’invasività dell’esame, diminuendo il numero di prelievi necessari. L’apparecchiatura è stata acquisita grazie ad una donazione di 100 mila euro della Fondazione Bpn.

l.pa.

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara di giovedì 15 settembre

Seguici sui nostri canali