Cronaca

Parcheggi interscambio deserti... per ora

Parcheggi interscambio deserti... per ora
Cronaca 27 Dicembre 2015 ore 11:46

NOVARA - I parcheggi d’interscambio nei modi come sono stati allestiti rimangono deserti e lo dimostrano i dati forniti dall’assessore alla Mobilità, Giulio Rigotti, durante l’ultimo Consiglio comunale in risposta ad una interrogazione presentata dal gruppo della Lega Nord.

Nei cinque punti individuati dal servizio Park & Bus (Corso Trieste, Corso XXIII marzo, via Monte san Gabriele, viale Kennedy, Corso Risorgimento) dal 15 giugno al 15 novembre risultano emessi complessivamente solo 145 titoli giornalieri e 45 abbonamenti. Tuttavia l‘assessore non si lascia scoraggiare da questo flop iniziale e ritiene “la sperimentazione utile, positiva e da consolidare”. “I parcheggi d’interscambio – ha spiegato Rigotti – costituiscono per gli utenti della città e della conurbazione una innovazione nei servizi di mobilità pubblica e privata, mai sperimentata prima e resa possibile con l’attuazione del piano di riforma della sosta nell’area centrale, tale da non incidere in termini significativi dal punto di vista dei costi e per altro incentivanti l’utilizzo di un servizio si trasporto comunque già in essere. Questi servizi, come si può verificare in altre realtà urbane della dimensione della nostra città, richiedono adeguati tempi di attuazione e continuità nelle politiche dirette e indirette di sostegno e incentivazione del trasporto pubblico locale”.

Relativamente alle prospettive di intervento nel 2016 e oltre, l’assessore ha dichiarato che “tenuto conto che risulta in fase di aggiudicazione provvisoria la gara del TPL urbano ed extraurbano e ferma restando la verifica sulle modalità di gestione del trasporto urbano/ conurbazione proposto dagli assegnatari della suddetta gara, l’Amministrazione ritiene di confermare tale servizio, proponendo le relative tariffe in forma definitiva con l’approvazione del prossimo bilancio 2016”.

Il capogruppo della Lega Nord, Mauro Franzinelli, ha commentato: “I dati sono quelli che temevamo, in tutti questi mesi è stato venduto in media un solo biglietto al giorno. L’iniziativa è stata una cortina fumogena per attutire il dissenso sul piano dei parcheggi a pagamento, credo che ora sia doveroso ripensarci, in primis fare un passo indietro e riunire il tavolo di confronto”.

mt. u.

NOVARA - I parcheggi d’interscambio nei modi come sono stati allestiti rimangono deserti e lo dimostrano i dati forniti dall’assessore alla Mobilità, Giulio Rigotti, durante l’ultimo Consiglio comunale in risposta ad una interrogazione presentata dal gruppo della Lega Nord.

Nei cinque punti individuati dal servizio Park & Bus (Corso Trieste, Corso XXIII marzo, via Monte san Gabriele, viale Kennedy, Corso Risorgimento) dal 15 giugno al 15 novembre risultano emessi complessivamente solo 145 titoli giornalieri e 45 abbonamenti. Tuttavia l‘assessore non si lascia scoraggiare da questo flop iniziale e ritiene “la sperimentazione utile, positiva e da consolidare”. “I parcheggi d’interscambio – ha spiegato Rigotti – costituiscono per gli utenti della città e della conurbazione una innovazione nei servizi di mobilità pubblica e privata, mai sperimentata prima e resa possibile con l’attuazione del piano di riforma della sosta nell’area centrale, tale da non incidere in termini significativi dal punto di vista dei costi e per altro incentivanti l’utilizzo di un servizio si trasporto comunque già in essere. Questi servizi, come si può verificare in altre realtà urbane della dimensione della nostra città, richiedono adeguati tempi di attuazione e continuità nelle politiche dirette e indirette di sostegno e incentivazione del trasporto pubblico locale”.

Relativamente alle prospettive di intervento nel 2016 e oltre, l’assessore ha dichiarato che “tenuto conto che risulta in fase di aggiudicazione provvisoria la gara del TPL urbano ed extraurbano e ferma restando la verifica sulle modalità di gestione del trasporto urbano/ conurbazione proposto dagli assegnatari della suddetta gara, l’Amministrazione ritiene di confermare tale servizio, proponendo le relative tariffe in forma definitiva con l’approvazione del prossimo bilancio 2016”.

Il capogruppo della Lega Nord, Mauro Franzinelli, ha commentato: “I dati sono quelli che temevamo, in tutti questi mesi è stato venduto in media un solo biglietto al giorno. L’iniziativa è stata una cortina fumogena per attutire il dissenso sul piano dei parcheggi a pagamento, credo che ora sia doveroso ripensarci, in primis fare un passo indietro e riunire il tavolo di confronto”.

mt. u.