Per il rumore sparò al vicino di casa a Briga: udienza preliminare il 5 marzo

Per il rumore sparò al vicino di casa a Briga: udienza preliminare il 5 marzo
Cronaca 19 Febbraio 2015 ore 01:51

NOVARA - Udienza preliminare fissata al 5 marzo, in Tribunale, per R.G., 58 anni, assistito dall’avvocato Cerutti, e A.G., seguita dall’avvocato Rognoni. Il pm Nicola Serianni ha chiesto per i due il rinvio a giudizio per tentato omicidio.

Nel marzo di quattro anni fa l’uomo aveva bussato all’uscio di un vicino di casa, 40enne marocchino, e, stando a quanto venne ricostruito dalle Forze dell’Ordine, gli aveva sparato, ferendolo al collo, a pochissima distanza dalla giugulare. Era poi fuggito a Borgomanero. L’arresto qualche ora dopo i fatti. Successivamente la vittima aveva raccontato come, nel momento del colpo sparato dall’uomo, fosse presente anche la compagna, A.G., che lo avrebbe spinto a sparare. La donna nega tale situazione.

NOVARA - Udienza preliminare fissata al 5 marzo, in Tribunale, per R.G., 58 anni, assistito dall’avvocato Cerutti, e A.G., seguita dall’avvocato Rognoni. Il pm Nicola Serianni ha chiesto per i due il rinvio a giudizio per tentato omicidio.

Nel marzo di quattro anni fa l’uomo aveva bussato all’uscio di un vicino di casa, 40enne marocchino, e, stando a quanto venne ricostruito dalle Forze dell’Ordine, gli aveva sparato, ferendolo al collo, a pochissima distanza dalla giugulare. Era poi fuggito a Borgomanero. L’arresto qualche ora dopo i fatti. Successivamente la vittima aveva raccontato come, nel momento del colpo sparato dall’uomo, fosse presente anche la compagna, A.G., che lo avrebbe spinto a sparare. La donna nega tale situazione.

Motivo del gesto del 58enne, il rumore che a quanto pare stavano facendo i figli del 40enne.

mo.c.