Per ricordare Brunella e Joy: un flash mob sabato 28 febbraio a Novara

Per ricordare Brunella e Joy: un flash mob sabato 28 febbraio a Novara
Cronaca 22 Febbraio 2015 ore 15:43

NOVARA – Il 28 febbraio saranno tre anni dal delitto di Bruna, la transessuale uccisa nei pressi del canile del Gazurlo nella notte tra il 27 e il 28 febbraio del 2012.
Di recente la Corte d’Appello di Torino ha ridimensionato drasticamente la condanna a carico dei due presunti autori dell’omicidio, Paolo Gnemmi e Rocco Timpano, la cui condanna è passata dall’ergastolo a poco più di 18 anni.
Sabato 28 febbraio, pertanto, Liberazione e Speranza onlus, Rose di Gertrude Magenta (collettivo di Novara) e Ala Milano onlus, nell’anniversario della morte di Brunella, organizza un flash-mob. L’iniziativa, in memoria di tutte le vittime della transfobia, si terrà dalle 16 in corso Cavour, all’Angolo delle Ore.
“Ricorderemo – spiega una nota delle tre associazioni – che l’Italia ha il triste primato nel mondo di omicidi di persone transessuali. Ci auguriamo che il legislatore modifichi la legge Mancino-Reale perché il contrasto di ogni forma di omofobia e transfobia sia più incisivo”.

mo.c.

NOVARA – Il 28 febbraio saranno tre anni dal delitto di Bruna, la transessuale uccisa nei pressi del canile del Gazurlo nella notte tra il 27 e il 28 febbraio del 2012.
Di recente la Corte d’Appello di Torino ha ridimensionato drasticamente la condanna a carico dei due presunti autori dell’omicidio, Paolo Gnemmi e Rocco Timpano, la cui condanna è passata dall’ergastolo a poco più di 18 anni.
Sabato 28 febbraio, pertanto, Liberazione e Speranza onlus, Rose di Gertrude Magenta (collettivo di Novara) e Ala Milano onlus, nell’anniversario della morte di Brunella, organizza un flash-mob. L’iniziativa, in memoria di tutte le vittime della transfobia, si terrà dalle 16 in corso Cavour, all’Angolo delle Ore.
“Ricorderemo – spiega una nota delle tre associazioni – che l’Italia ha il triste primato nel mondo di omicidi di persone transessuali. Ci auguriamo che il legislatore modifichi la legge Mancino-Reale perché il contrasto di ogni forma di omofobia e transfobia sia più incisivo”.

mo.c.