Cronaca
Tribunale

Percepiva pensione di reversibilità, ma si era già risposata da anni

Condannato a 18 mesi una settantenne di Borgomanero, dovrà pagare anche una multa

Percepiva pensione di reversibilità, ma si era già risposata da anni
Cronaca Borgomanero, 05 Luglio 2022 ore 07:00

Percepiva pensione di reversibilità pur essendosi risposata con un altro uomo. Borgomanerese condannata a 18 mesi di carcere.

In tribunale il caso di una truffa borgomanerese

Truffa ai danni dell’Inps. Una borgomanerese sulla settantina è stata condannata dal tribunale a 18 mesi di carcere, oltre a mille euro di multa. Il processo è stato celebrato nelle scorse settimane a Novara, mentre i fatti risalgono agli anni scorsi. L’imputata rispondeva del reato di truffa. Avrebbe percepito per lungo tempo, dall’Istituto nazionale di previdenza sociale, la pensione di reversibilità del primo marito, anche dopo che si era risposata.

Incassati indebitamente 90mila euro

Alla donna sono stati contestati circa 90 mila euro, somma di cui si sarebbe appropriata senza, appunto, averne i requisiti di legge. Non ravvisando il dolo, il pm aveva chiesto l’assoluzione. Il giudice, però, non è stato dello stesso avviso. Il legale della borgomanerese, dopo aver letto le motivazioni della sentenza che saranno depositate fra novanta giorni, presenterà molto probabilmente appello.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter