Cronaca

Polizia: arrestati quattro pusher

Polizia: arrestati quattro pusher
Cronaca 27 Novembre 2015 ore 21:40

NOVARA – La Questura ha predisposto mirati servizi di controllo del territorio, volti al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti e di altri reati. Nel mirino degli agenti alcuni giovani spacciatori che nel corso delle ultime settimane sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, poiché colti in flagranza mentre foraggiavano il “mercato” locale.

Uno di loro, F.A., italiano, poco più di 30 anni, è stato arrestato a seguito di un controllo effettuato dagli agenti della Volante in centro. Sospetto l’atteggiamento dell’uomo che, in tarda serata, stava transitando in corso Mazzini, accompagnandosi con un marocchino, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine.

Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato tre involucri in cellophane trasparente, contenenti sostanza stupefacente, in particolare marijuana, nonché gli attrezzi del mestiere, ovvero l’agenda con il planning di appuntamenti, nomi e importi conseguiti, oltre a una somma di denaro, in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento degli affari da poco conclusi. L’attività delle Volanti è proseguita anche presso l’abitazione del giovane, dove sono stati rinvenuti altri involucri, ben 37, già pronti per essere destinati al mercato al dettaglio, oltre a tutto l’armamentario costituito da bilancino e altri attrezzi utilizzati per il confezionamento.  Tratto in arresto in flagranza di reato, è stato condotto al carcere di via Sforzesca e, a seguito dell’udienza di convalida, sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Sempre nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, a seguito di un’articolata attività di indagine è stato possibile individuare T.S:, novarese di 20 anni già gravato da alcuni piccoli precedenti, attivo nella cessione di droga ai giovani che frequentano il centro.

I servizi di pedinamento hanno permesso agli agenti della Squadra Mobile di arrestarlo mentre si accingeva a cedere cocaina nei pressi di un locale notturno, frequentato anche da minorenni. Il giovane è stato inoltre trovato in possesso di ben 20 dosi di cocaina già confezionate, mentre presso la sua abitazione è stato rinvenuto anche hashish e marijuana. A T.S. è stato anche sequestrato un coltello e lo stesso, dopo l’udienza di convalida, è stato ristretto agli arresti domiciliari. Il giovane utilizzava metodi anche intimidatori nel corso della sua attività di spaccio, in special modo coi ragazzi più giovani e indifesi, ma ciò no ha impedito alla Polizia di Stato di stroncarne l’attività delittuosa. Durante  un servizio di pattugliamento in borghese della città, alcuni agenti della Squadra Mobile hanno notato movimenti sospetti di tre giovani, e hanno deciso di approfondire la questione. Benché dal controllo effettuato sul posto a carico dei tre non fosse emerso nulla di anomalo, la perquisizione dei locali nella disponibilità di M.A., tunisino di 34 anni con precedenti specifici, ha permesso di rinvenire 19 grammi di cocaina, sostanza da taglio e un bilancino, nonché alcuni grammi di hashish. Il giovane è stato quindi tratto in arresto. All’arrestato, che non svolge alcuna attività lavorativa lecita, sono stati sequestrati anche 1.700 Euro circa, quale presumibile provento dell’attività di spaccio.

Una terza operazione della Squadra Mobile ha permesso di individuare e trarre in arresto B.M., diciottenne che vive nel basso novarese, quale soggetto attivo nella cessione di sostanze stupefacenti ai giovani che frequentano i locali notturni della città. Il giovane è stato arrestato mentre stava cedendo marijuana. Deteneva sulla sua persona ben 20 dosi della medesima sostanza, e altre 10 erano custodite nella sua abitazione, già confezionate, pronte a essere cedute ai giovani novaresi. Dopo l’arresto a carico di B.M. è stata disposta una misura cautelare non custodiale.

Nel corso dell’operazione è stato identificato anche un coetaneo di B.M. che si trovava in sua compagnia, al quale è stato sequestrato un coltello lungo quasi 20 centimetri. L’attività di controllo ha visto anche l’effettuazione di perquisizioni a scopo preventivo, nonché la predisposizione di servizi di pattugliamento agli obiettivi sensibili del territorio novarese, nonché nelle zone ad alta frequentazione del centro cittadino, tra cui anche la zona della stazione ferroviaria. Proprio nei pressi di C.so Garibaldi, è ubicato un locale per il quale è stata disposta la sospensione della licenza, con provvedimento del Questore di Novara ai sensi dell’art. 100 T.U.L.P.S.. 

mo.c.


NOVARA – La Questura ha predisposto mirati servizi di controllo del territorio, volti al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti e di altri reati. Nel mirino degli agenti alcuni giovani spacciatori che nel corso delle ultime settimane sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, poiché colti in flagranza mentre foraggiavano il “mercato” locale.

Uno di loro, F.A., italiano, poco più di 30 anni, è stato arrestato a seguito di un controllo effettuato dagli agenti della Volante in centro. Sospetto l’atteggiamento dell’uomo che, in tarda serata, stava transitando in corso Mazzini, accompagnandosi con un marocchino, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine.

Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato tre involucri in cellophane trasparente, contenenti sostanza stupefacente, in particolare marijuana, nonché gli attrezzi del mestiere, ovvero l’agenda con il planning di appuntamenti, nomi e importi conseguiti, oltre a una somma di denaro, in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento degli affari da poco conclusi. L’attività delle Volanti è proseguita anche presso l’abitazione del giovane, dove sono stati rinvenuti altri involucri, ben 37, già pronti per essere destinati al mercato al dettaglio, oltre a tutto l’armamentario costituito da bilancino e altri attrezzi utilizzati per il confezionamento.  Tratto in arresto in flagranza di reato, è stato condotto al carcere di via Sforzesca e, a seguito dell’udienza di convalida, sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Sempre nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, a seguito di un’articolata attività di indagine è stato possibile individuare T.S:, novarese di 20 anni già gravato da alcuni piccoli precedenti, attivo nella cessione di droga ai giovani che frequentano il centro.

I servizi di pedinamento hanno permesso agli agenti della Squadra Mobile di arrestarlo mentre si accingeva a cedere cocaina nei pressi di un locale notturno, frequentato anche da minorenni. Il giovane è stato inoltre trovato in possesso di ben 20 dosi di cocaina già confezionate, mentre presso la sua abitazione è stato rinvenuto anche hashish e marijuana. A T.S. è stato anche sequestrato un coltello e lo stesso, dopo l’udienza di convalida, è stato ristretto agli arresti domiciliari. Il giovane utilizzava metodi anche intimidatori nel corso della sua attività di spaccio, in special modo coi ragazzi più giovani e indifesi, ma ciò no ha impedito alla Polizia di Stato di stroncarne l’attività delittuosa. Durante  un servizio di pattugliamento in borghese della città, alcuni agenti della Squadra Mobile hanno notato movimenti sospetti di tre giovani, e hanno deciso di approfondire la questione. Benché dal controllo effettuato sul posto a carico dei tre non fosse emerso nulla di anomalo, la perquisizione dei locali nella disponibilità di M.A., tunisino di 34 anni con precedenti specifici, ha permesso di rinvenire 19 grammi di cocaina, sostanza da taglio e un bilancino, nonché alcuni grammi di hashish. Il giovane è stato quindi tratto in arresto. All’arrestato, che non svolge alcuna attività lavorativa lecita, sono stati sequestrati anche 1.700 Euro circa, quale presumibile provento dell’attività di spaccio.

Una terza operazione della Squadra Mobile ha permesso di individuare e trarre in arresto B.M., diciottenne che vive nel basso novarese, quale soggetto attivo nella cessione di sostanze stupefacenti ai giovani che frequentano i locali notturni della città. Il giovane è stato arrestato mentre stava cedendo marijuana. Deteneva sulla sua persona ben 20 dosi della medesima sostanza, e altre 10 erano custodite nella sua abitazione, già confezionate, pronte a essere cedute ai giovani novaresi. Dopo l’arresto a carico di B.M. è stata disposta una misura cautelare non custodiale.

Nel corso dell’operazione è stato identificato anche un coetaneo di B.M. che si trovava in sua compagnia, al quale è stato sequestrato un coltello lungo quasi 20 centimetri. L’attività di controllo ha visto anche l’effettuazione di perquisizioni a scopo preventivo, nonché la predisposizione di servizi di pattugliamento agli obiettivi sensibili del territorio novarese, nonché nelle zone ad alta frequentazione del centro cittadino, tra cui anche la zona della stazione ferroviaria. Proprio nei pressi di C.so Garibaldi, è ubicato un locale per il quale è stata disposta la sospensione della licenza, con provvedimento del Questore di Novara ai sensi dell’art. 100 T.U.L.P.S.. 

mo.c.