Menu
Cerca
Anticipazioni

Ponte provvisorio Romagnagno: sarà in acciaio e a tre campate

Sarà a doppio senso di marcia.

Ponte provvisorio Romagnagno: sarà in acciaio e a tre campate
Cronaca 19 Gennaio 2021 ore 06:32

Ponte provvisorio Romagnagno: sarà in acciaio e a tre campate. Lunghezza: 155,698 metri. Materiale utilizzato: acciaio. Campate: 3. Ecco alcuni numeri del ponte provvisorio di Romagnano, che dal 2021 al 2023 sostituirà quello crollato a ottobre. Lo riportano i colleghi di notiziaoggi.it 

 

Ponte provvisorio Romagnagno: sarà in acciaio e a tre campate

Dopo aver sciolto le riserve su quale tipo di soluzione adottare e aver effettuato i primi sondaggi nell’alveo del fiume, Anas nei giorni scorsi ha preliminarmente inviato un progetto definitivo del nuovo collegamento, che ora dovrà ottenere i pareri degli enti interessati, tra cui quello del Comune di Romagnano, a seguito dei quali verrà elaborato il progetto esecutivo. «L’opera – spiega il sindaco Alessandro Carini, uno dei primi a vedere il rendering – consiste in un impalcato ad asse rettilineo a sezione interamente in acciaio, a tre campate per una lunghezza complessiva di 155.698 metri. Il nuovo tratto stradale affiancherebbe il percorso esistente con gli opportuni raccordi plano altimetrici alle due rotatorie esistenti. E il ponte verrebbe posizionato a nord dell’infrastruttura crollata».
Il primo cittadino di Romagnano, ancora una volta, manifesta la sua soddisfazione per come sta procedendo l’iter che dovrebbe portare ad avere la struttura agibile già alle fine del mese di aprile, secondo quando assicurato dall’azienda nazionale delle strade: «che nei giorni di festività natalizia – continua Carini – ha proseguito il lavoro di studio, progettazione e analisi per la realizzazione del collegamento provvisorio e del nuovo ponte. Si sono svolti nell’alveo i carotaggi e sopralluoghi del personale. E non sono mancati in questi giorni contatti tra Anas e l’amministrazione comunale».

Lavori

Da parte del Comune di Romagnano, ma anche di tutto il territorio circostante, c’è naturalmente il massimo interesse a fare in fretta, perché il collegamento tra le due sponde del Sesia è strategico sia per la parte novarese, che per quella vercellese e biellese, come più volte sottolineato anche dalle associazione industriali.
Il ponte provvisorio sarà in grado di risolvere gran parte dei disagi: sarà infatti a doppio senso di marcia e potrà sopportare il passaggio di mezzi pesanti del peso fino a 44 tonnellate. La struttura verrà affittata da Anas per due anni, il tempo necessario per realizzare il ponte definitivo, che sarà invece costruito esattamente nella stessa posizione di quello crollato.