Amministrativa

Presentato il “Piano Marshall” per fare ripartire l’economia ad Arona: la manovra da 1,5 milioni di euro

Il sindaco Alberto Gusmeroli: "E' una manovra più che poderosa".

Arona, 16 Maggio 2020 ore 18:48

Con una diretta video il sindaco di Arona Alberto Gusmeroli ha presentato il “Piano Marshall”: aiuti per tutte le categorie e le famiglie di Arona.

“Piano Marshall” gli aiuti per le categorie e le famiglie di Arona presentato da Gusmeroli

Con una diretta su Facebook il sindaco di Arona Alberto Gusmeroli assieme alla sua Giunta ha presentato quello che ha definito il Piano Marshall per Arona. Si tratta di una manovra da 1 milione e 500mila euro, divisa per due categorie, le attività economiche e le famiglie.

“Abbiamo tutti i numeri per farcela a livello locale e regionale – così Gusmeroli – ci sarà un momento in cui anche noi dobbiamo fare la nostra parte: eccoci. L’eccezionalità del momento richiede un impegno sovrumano, è una responsabilità che dovremo continuare ad assumerci.  Per 14mila abitanti, se rapportata a 60milioni italiani vale 6.6 miliardi di euro. E’ una manovra da 1 milione e mezzo di euro. Sono 3 settimane che ci lavoriamo, e abbiamo cambiato molte cose lungo la strada per intervento di Regione e ora sta intervenendo lo Stato. Il concetto di non lasciare indietro nessuno è fondamentale. Noi siamo abituati a fare più che a parlare e questa bellissima frase  vogliamo che si traduca in atti concreti. Piano Marshall in onore di Amadeo Peter Giannini, cui dedicheremo una rotonda”.

Il comunicato stampa dell'amministrazione aronese con il quale si annuncia il piano di ripartenza
Il comunicato stampa dell’amministrazione aronese con il quale si annuncia il piano di ripartenza

PRIMA PARTE: CONTRIBUTI PER ATTIVITA’ ECONOMICHE

Alle attività economiche aronesi andrà 1 milione e 90mila euro dei fondi destinati per la manovra annunciata dalla Giunta. Gusmeroli ha elencato, nel corso del video, i vari punti su cui si andrà a intervenire:

– contributi a fondo perduto che riguardano 400 attività economiche aronesi che, a seconda se sono in affitto o meno, riceveranno 1000 euro o 500 euro;

– rinvio della tassa rifiuti (Tari) al 16 settembre in 4 rate (settembre, novembre, gennaio e marzo 2021) per tutte le attività economiche aronesi di qualsiasi tipo ad eccezione dei supermercati, rimasti aperti, banche e poste: al 16 settembre sarà spostata anche l’Imu, ad eccezione degli immobili per cui l’Imu va allo Stato;

– tariffe rifiuti scontate del 15% per tutte attività economiche;

– restituiamo a tutte attività economiche la tassa Tosap, per l’occupazione dello spazio. E’ pagata a gennaio per tutto l’anno, e verrà restituita per i periodi in cui non si è potuto usufruirne;

– tutti i dehors aronesi, dopo un incontro con Confcommercio, saranno ampliati dove possibile. Il concetto è aiutare attività economiche;

– esenzione imposta di soggiorno per tutto il 2020 e per tutto il 2021, per aiutare le attività di ricezione;

– sostegno all’occupazione, soprattutto stagionale: intervento che riguarda 2020, 2021 e 2022: non produrrà effetti nel 2020, sarà difficile pensare all’occupazione piena come negli anni precedenti in bar, ristoranti e pizzerie: sosteniamo le assunzioni in più di qualunque tipo (determinato o indeterminato) che eccedono la media degli ultimi 3 anni con un contributo al datore di lavoro da destinare al dipendente di 200 euro per 5 mesi;

– intervento su tirocini lavorativi in Comune: chi ha difficoltà di trovare lavoro in questo momento cerchiamo di aiutarlo noi come Comune. I tirocini lavorativi strumento di servizi sociali efficaci per aiutare la gente in modo dignitoso;

– Arona Active e il Tennis dei campi comunali: spostiamo di un anno intero la durata del contratto a due associazioni per salvare la stagione;

– sostenere ulteriormente tutti i negozi assorbendo la navetta gratuita da piazzale Moro al Giardino al venerdì, sabato e domenica; oltre ai negozi aiuteremo le attività di autotrasporto, che pure hanno sofferto in questi mesi;

PARTE SECONDA: AIUTI ALLE FAMIGLIE

Gli interventi per le famiglie aronesi vedranno la destinazione dei 410mila euro rimanenti della manovra, e anche per questa sezione Gusmeroli ha elencato le iniziative che si intendono intraprendere:

– a tutte le famiglie in difficoltà che ne faranno richiesta, contributi per bollette luce, acqua e gas, stanziati oltre 170mila euro, lunedì il consiglio comunale tradurrà in atto immediato e lasciato spazio per eventuali crescite di questi valori;

– aumentato disponibilità stanziamenti per assistenza straordinaria agli anziani: sappiamo cosa vuol dire un anziano dimenticato;

– rimborso rette febbraio per chi ha partecipato al nido comunale; non si pagano rette di marzo, aprile, maggio e fino a quando nido non riaprirà;

– contributi a nidi privati: si ricevono fondi regionali per nidi privati (Marcelline, San Giorgio, Montrigiasco e Papa Giovanni);

– rimborso scuolabus da gennaio a giugno e da settembre a dicembre;

– due bonus per i pannolini dei neonati e fino a 3 anni

– bonus libri, per chi non ottiene già il bonus libri della regione, ossia scuole medie e superiori;

– bonus pc e tablet per scuola a distanza;

Ci siamo riservati la possibilità di fare ulteriori interventi al bisogno, soprattutto per famiglie in difficoltà.

Il video integrale nel quale la Giunta aronese ha annunciato la manovra, che sarà discussa nel Consiglio comunale di lunedì.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei