Cronaca

Preso uno dei rapinatori che agì all’Autogrill il 30 dicembre

Preso uno dei rapinatori che agì all’Autogrill il 30 dicembre
Cronaca 29 Gennaio 2016 ore 18:25

NOVARA – Catturato uno dei due rapinatori che, nella notte dello scorso 30 dicembre, aveva rapinato armato di fucile l’autogrill di Novara Ovest lungo l’autostrada A4 Torino-Milano (rapina di cui vi avevamo dato notizia a poco dall’accaduto).

In quell’occasione un commando composto da due uomini a volto coperto, armati di fucile, aveva preso di mira l’esercizio pubblico, portando via un bottino di circa 6.000 euro, composto da denaro in contanti, biglietti “Gratta&Vinci” e stecche di sigarette. I due rapinatori erano fuggiti, utilizzando una Fiat Panda risultata poi rubata a Rho (MI) la stessa sera.

Le serrate indagini condotte dalla Squadra Mobile di Novara hanno permesso di identificare in pochi giorni uno dei due rapinatori, quello armato di fucile che, puntando l’arma verso il personale dell’autogrill, si era fatto consegnare il bottino. 

L’uomo, un ventiseienne di origine serba, Miki Radosavljevicdomiciliato a Rho (MI), già destinatario di decreto di espulsione dall’Italia, la sera del 13 gennaio è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e accompagnato al carcere San Vittore di Milano. Il Gip del Tribunale di Milano ha convalidato il fermo.

Il Gip del Tribunale di Novara, riconoscendo fondati e probanti gli elementi di colpevolezza a suo carico, nella giornata del 26 gennaio, ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti gli abiti utilizzati nella rapina in questione e parte della refurtiva. Le indagini svolte dalla Squadra Mobile hanno permesso anche di acquisire importanti indizi a carico dell’uomo, in ordine a un analogo episodio avvenuto in un altro autogrill, tanto da deferirlo all’Autorità giudiziaria competente.

mo.c.


NOVARA – Catturato uno dei due rapinatori che, nella notte dello scorso 30 dicembre, aveva rapinato armato di fucile l’autogrill di Novara Ovest lungo l’autostrada A4 Torino-Milano (rapina di cui vi avevamo dato notizia a poco dall’accaduto).

In quell’occasione un commando composto da due uomini a volto coperto, armati di fucile, aveva preso di mira l’esercizio pubblico, portando via un bottino di circa 6.000 euro, composto da denaro in contanti, biglietti “Gratta&Vinci” e stecche di sigarette. I due rapinatori erano fuggiti, utilizzando una Fiat Panda risultata poi rubata a Rho (MI) la stessa sera.

Le serrate indagini condotte dalla Squadra Mobile di Novara hanno permesso di identificare in pochi giorni uno dei due rapinatori, quello armato di fucile che, puntando l’arma verso il personale dell’autogrill, si era fatto consegnare il bottino. 

L’uomo, un ventiseienne di origine serba, Miki Radosavljevic, domiciliato a Rho (MI), già destinatario di decreto di espulsione dall’Italia, la sera del 13 gennaio è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e accompagnato al carcere San Vittore di Milano. Il Gip del Tribunale di Milano ha convalidato il fermo.

Il Gip del Tribunale di Novara, riconoscendo fondati e probanti gli elementi di colpevolezza a suo carico, nella giornata del 26 gennaio, ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti gli abiti utilizzati nella rapina in questione e parte della refurtiva. Le indagini svolte dalla Squadra Mobile hanno permesso anche di acquisire importanti indizi a carico dell’uomo, in ordine a un analogo episodio avvenuto in un altro autogrill, tanto da deferirlo all’Autorità giudiziaria competente.

mo.c.


Seguici sui nostri canali