Menu
Cerca
Operazione “Setaccio”

Quasi 5.000 persone controllate dalla Polfer sui treni del Piemonte

Gli agenti hanno fermato alcuni ragazzotti che fumavano spinelli, due nigeriane senza biglietto né documenti e due 50enni ubriachi fradici.

Quasi 5.000 persone controllate dalla Polfer sui treni del Piemonte
Cronaca 09 Marzo 2021 ore 07:19

Quasi 5.000 persone (4.985  per la precisione) controllate dalla Polfer sui treni del Piemonte, quattro gli indagati a vario titolo, 267 pattuglie impegnate nelle stazioni e 13 in borghese per attività antiborseggio. 73 i servizi di vigilanza a bordo di 168 treni. 19 i servizi lungo linea e 39 quelli di ordine pubblico. Questi i risultati dell’attività settimanale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

I casi

A Torino nella stazione di Porta Nuova, durante i quotidiani servizi di vigilanza in àmbito ferroviario, gli operatori hanno fermato quattro persone: un egiziano e gli altri di nazionalità italiana, in possesso di sostanza stupefacente. In particolare durante i controlli congiunti con le Unità Cinofile della Questura di Torino, i ragazzi sono stati segnalati dai cani poliziotto e nel bagaglio al seguito sono stati ritrovate piccole quantità di stupefacente di tipo hashish e marijuana, confezionata in involucri e spinelli pronti da fumare. Pertanto, i tre giovani sono stati multati (la quantità era troppo modica per considerarli spacciatori) e lo stupefacente sequestrato.

Sempre a Torino, nella stazione di Porta Susa, sono state denunciate tre persone per rifiuto di generalità e false attestazioni. Un italiano è stato trovato a bordo treno privo di biglietto e alla richiesta del Capotreno di declinare le proprie generalità lo stesso si è rifiutato. Intervenuto il personale Polfer, l’uomo è stato controllato e denunciato all’Autorità giudiziaria. Altri due ubriachi (entrambi italiani ed Over50) sono stati fermati e denunciati ad Alessandria.

Due ragazze nigeriane invece, a bordo di un treno Alta Velocità sulla tratta Milano-Torino, sono state indagate per false attestazioni. A seguito di segnalazione del Capotreno sulla presenza a bordo delle giovani, presumibilmente minori e senza biglietto, sono intervenuti gli agenti Polfer di stazione ai quali le giovani hanno declinato generalità false. Accompagnate negli uffici di Polizia, dopo aver esperito i controlli in Banca Dati, gli agenti hanno riscontrato la discrepanza tra le generalità accertate durante precedenti foto-segnalamenti e quelle dichiarate. Pertanto, le due ragazze, risultate maggiorenni, sono state denunciate per false attestazioni a Pubblico Ufficiale. Quasi 5.000 le persone controllate dalla Polfer, quindi, ma tutto sommato pochi i reati da perseguire (meglio così).

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli