Criminalità

Quattro arresti in meno di 24 ore a Novara

Una giornata di attività particolarmente intense per gli agenti della Polizia

Quattro arresti in meno di 24 ore a Novara
Cronaca Novara, 22 Maggio 2021 ore 15:21

Quattro arresti in meno di 24 ore da parte della Polizia di Stato di Novara. Tre gli episodi in cui gli agenti sono stati chiamati a intervenire.

Una giornata di straordinaria attività per la polizia a Novara

Sono ben tre le diverse circostanze in cui gli agenti della Polizia di Stato sono dovuti intervenire a Novara per porre rimedio ad altrettante situazioni di illegalità in città. Nel giro di meno di 24 ore, tra il pomeriggio di giovedì 19 e domenica 20, gli agenti sono entrati in azione arrestando quattro persone in flagranza di reato.

I tre episodi contestati

"Intorno alle 14.50 - spiegano dalla Polizia - è stato tratto in arresto un soggetto di nazionalità sudanese per rapina impropria presso l’esercizio commerciale “ZARA”. Dopo aver danneggiato la placca antitaccheggio apposta su un articolo in vendita e direttosi verso l’uscita del negozio, il reo ha avuto una colluttazione con l’addetto che gli impediva la fuga. Verso la mezzanotte, invece, gli operatori sono intervenuti in corso Torino a seguito di una segnalazione di una donna, la quale segnalava un furto di due biciclette in atto da parte di due uomini introdottisi all’interno di un condominio. Individuati immediatamente, entrambi venivano tratti in arresto e trasportati in Questura. All’una della notte, infine, un altro equipaggio raggiungeva una cascina in ristrutturazione ma adibita di fatto ad abitazione presso via Bollati a seguito di una chiamata sulla linea d’emergenza in cui veniva riferita la presenza di un uomo con il volto travisato. Giunti sul posto, gli agenti della squadra Volanti, constatata la presenza di beni gettati all’esterno delle mura perimetrali nonché il danneggiamento di diversi oggetti quali pneumatici, videocamere di sorveglianza e fili della corrente elettrica, arrestavano il soggetto per il furto e lo denunciavano in stato di libertà per danneggiamento".

Tutti i responsabili sono stati processati per direttissima

Il giorno successivo si sono svolte le direttissime. Tutti gli arresti sono stati convalidati dall’Autorità giudiziaria. All'uomo prelevato in via Bollati, condannato ad un anno di reclusione, è stata poi concessa la sospensione condizionale della pena subordinata a dieci mesi di servizi socialmente utili.