Cronaca

Quei lavori infiniti in tangenziale

Quei lavori infiniti in tangenziale
Cronaca 21 Settembre 2015 ore 23:11

NOVARA - L’ultimo tamponamento si è verificato sabato mattina, fortuitamente anche questo con solo danni agli automezzi, l’ultimo però di una lunga serie. In un caso è rimasta coinvolta anche un’autopattuglia delle Forze dell’Ordine. 

Nelle settimane passate sono stati infatti diversi gli incidenti stradali senza feriti avvenuti nei restringimenti esistenti causa lavori in corso su due  punti della tangenziale di Novara. Lavori che  colpiscono per i tempi lunghi. Diverse le segnalazioni di protesta che ci sono giunte dai lettori: qualcuno ironicamente ha proposto di farli entrare in competizione con quelli della Salerno -Reggio Calabria, ma battute a parte, i lavori attualmente in corso sembrano procedere effettivamente a rilento. Qualche mese fa ci era stato segnalato un particolare curioso. Gli operai non lavorerebbero, oltre che nel fine settimana, anche il giovedì e il venerdì. Sarebbero in cantiere quindi solo tre giorni ala settimana. Per due settimane abbiamo verificato e effettivamente di giovedì e venerdì non abbiamo visto attività, ma probabilmente abbiamo sbagliato gli orari e c’è una spiegazione logica alla cosa. 

I lavori appaltati dall’Anas con un bando di gara del valore di oltre 500mila euro riguardano ili risanamento delle strutture in cemento armato sul viadotto dello svincolo per la strada regionale 11 sulla strada statale 703 "Tangenziale di Novara". 

Aggiudicataria  la società E.Mi. Strade e Consolidamenti Srl con sede a Cancello Arnone (Caserta). I lavori erano partiti ad inizio estate ma pensiamo debbano concludersi  prima che arrivi il periodo autunnale climaticamente peggiore. Fra poco inizieranno le nebbie e va ricordato che una fila di lampioni  sita nei pressi del cantiere del ponte sulla Regionale 11 è anche da tempo spenta. Spesso inoltre, la fila degli automezzi che sale sulla rampa si trova a dover dare precedenza allungandosi e creando ulteriori disagi.

m.d.

NOVARA - L’ultimo tamponamento si è verificato sabato mattina, fortuitamente anche questo con solo danni agli automezzi, l’ultimo però di una lunga serie. In un caso è rimasta coinvolta anche un’autopattuglia delle Forze dell’Ordine. 

Nelle settimane passate sono stati infatti diversi gli incidenti stradali senza feriti avvenuti nei restringimenti esistenti causa lavori in corso su due  punti della tangenziale di Novara. Lavori che  colpiscono per i tempi lunghi. Diverse le segnalazioni di protesta che ci sono giunte dai lettori: qualcuno ironicamente ha proposto di farli entrare in competizione con quelli della Salerno -Reggio Calabria, ma battute a parte, i lavori attualmente in corso sembrano procedere effettivamente a rilento. Qualche mese fa ci era stato segnalato un particolare curioso. Gli operai non lavorerebbero, oltre che nel fine settimana, anche il giovedì e il venerdì. Sarebbero in cantiere quindi solo tre giorni ala settimana. Per due settimane abbiamo verificato e effettivamente di giovedì e venerdì non abbiamo visto attività, ma probabilmente abbiamo sbagliato gli orari e c’è una spiegazione logica alla cosa. 

I lavori appaltati dall’Anas con un bando di gara del valore di oltre 500mila euro riguardano ili risanamento delle strutture in cemento armato sul viadotto dello svincolo per la strada regionale 11 sulla strada statale 703 "Tangenziale di Novara". 

Aggiudicataria  la società E.Mi. Strade e Consolidamenti Srl con sede a Cancello Arnone (Caserta). I lavori erano partiti ad inizio estate ma pensiamo debbano concludersi  prima che arrivi il periodo autunnale climaticamente peggiore. Fra poco inizieranno le nebbie e va ricordato che una fila di lampioni  sita nei pressi del cantiere del ponte sulla Regionale 11 è anche da tempo spenta. Spesso inoltre, la fila degli automezzi che sale sulla rampa si trova a dover dare precedenza allungandosi e creando ulteriori disagi.

m.d.