La vittima ha 15 anni

Ragazzino massacrato di botte dopo una lite su Fortnite

Incredibile spedizione punitiva organizzata dopo un bisticcio “virtuale”

Ragazzino massacrato di botte dopo una lite su Fortnite
04 Giugno 2020 ore 08:41

Ragazzino massacrato di botte dopo una lite sul videogioco. Incredibile spedizione punitiva organizzata dopo un bisticcio “virtuale” su Fortnite.

Ragazzino massacrato di botte dopo una lite sul videogioco

Un ragazzino di 15 anni massacrato di botte da un gruppo di coetanei. E’ successo la notte scorsa, verso l’una, a Biella nei giardini davanti al liceo classico. La giovane vittima è stata presa a calci e pugni e poi colpita al viso con un sasso. La prognosi è di tre settimane. Lo riporta La Nuova Provincia. A picchiarlo è stato un gruppo di coetanei del Villaggio Lamarmora composto da dieci adolescenti di età compresa fra i 13 e i 20 anni. Tra l’altro, lo stesso ragazzino era già sfuggito la sera precedente da un agguato analogo. Ma il branco lo ha atteso e “castigato” appena ha avuto la seconda occasione.

 

Incredibile la motivazione

L’assurdo motivo del contendere è legato ad un videogioco di grande successo, Fortnite. Su questo videogioco i ragazzini si sono insultati e minacciati in ambito virtuale, fino ad arrivare alla spedizione punitiva reale dell’altra notte. I protagonisti della spedizione punitiva sono stati tutti identificati. Si tratta di otto minorenni e di due ragazze ventenni, tutti segnalati all’autorità giudiziaria.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità