Cronaca
Polizia di Stato

Rapinatore seriale nei negozi novaresi: arrestato 34enne

Furti commessi nel periodo luglio 2021 e febbraio 2022.

Rapinatore seriale nei negozi novaresi: arrestato 34enne
Cronaca Novara, 19 Ottobre 2022 ore 13:47

La Polizia di Stato nella giornata del 18 ottobre ha eseguito una misura cautelare in carcere nei confronti di un novarese di 34 anni, con numerosi precedenti penali e autore di numerosi furti e rapine ad esercizi commerciali nel novarese tra il mese di luglio 2021 e febbraio 2022.

I fatti

L’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere giungeva all’epilogo di un’attività di polizia giudiziaria volta alla repressione di molteplici furti e rapine perpetrati, in particolar modo in danno di esercizi commerciali, commessi nel periodo luglio 2021 e febbraio 2022.
Nella commissione dei delitti, secondo l’ipotesi investigativa, l’imputato mostrava una certa scaltrezza nella commissione di reati contro il patrimonio, come nel caso dei furti e rapine perpetrati rispettivamente presso gli esercizi commerciali di Shun Fa e Conad di Novara (sia quello situato in via Biandrate e quello in via Beltrami), reati dai quali trae origine l’attività di indagine esperita dalla Questura di Novara.

Infatti, appariva preoccupante la ripetitività con cui venivano commessi i reati, e il breve lasso di tempo intercorrente tra un fatto reato e l’altro, quando nella stessa giornata il reo dopo aver commesso un tentativo di rapina presso il supermercato Conad di via Beltrami, in quanto scoperto dagli addetti alla vendita, si è recato presso il supermercato Conad di via Biandrate dove è riuscito a compiere il “colpo”, consistente in bottiglie di liquore.

Le responsabilità circa la commissione di alcuni eventi delittuosi in argomento portava gli inquirenti ad acquisire gravi indizi di colpevolezza in ordine a tali delitti, del soggetto.
Gli elementi di prova a fondamento dell’ipotesi investigativa sono stati condivisi dall’Autorità Giudiziaria che ha disposto che il soggetto venisse associato presso il Carcere di Novara.

Seguici sui nostri canali