Cronaca

Riconosciuti dalle telecamere come gli autori di alcuni furti in una tabaccheria

Riconosciuti dalle telecamere come gli autori di alcuni furti in una tabaccheria
Cronaca 19 Novembre 2015 ore 08:30

NOVARA - Da tempo una tabaccheria di corso Trieste, di fronte a strada Due Ponti, a Novara, era costantemente presa di mira da ladri di sigarette, che le sottraevano direttamente dal distributore automatico posto all’esterno dell’esercizio.

Una situazione che il titolare del negozio aveva denunciato alle Forze dell’ordine. La tabaccheria ha un proprio impianto di videosorveglianza e, quindi, gli autori dei vari colpi sono stati in qualche modo ripresi dalle videocamere. L’altro giorno, in tarda mattinata, il titolare del negozio nota alcuni soggetti, che, a suo dire, sarebbero gli stessi che hanno perpetrato nelle scorse settimane i vari furti. Ha così chiamato la Polizia. Sul posto è giunta una Volante, che ha ascoltato il titolare del negozio e ha indagato a piede libero i soggetti riconosciuti dal commerciante per quelli visti dai filmati delle telecamere. 

mo.c.

 

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 19 novembre


NOVARA - Da tempo una tabaccheria di corso Trieste, di fronte a strada Due Ponti, a Novara, era costantemente presa di mira da ladri di sigarette, che le sottraevano direttamente dal distributore automatico posto all’esterno dell’esercizio.

Una situazione che il titolare del negozio aveva denunciato alle Forze dell’ordine. La tabaccheria ha un proprio impianto di videosorveglianza e, quindi, gli autori dei vari colpi sono stati in qualche modo ripresi dalle videocamere. L’altro giorno, in tarda mattinata, il titolare del negozio nota alcuni soggetti, che, a suo dire, sarebbero gli stessi che hanno perpetrato nelle scorse settimane i vari furti. Ha così chiamato la Polizia. Sul posto è giunta una Volante, che ha ascoltato il titolare del negozio e ha indagato a piede libero i soggetti riconosciuti dal commerciante per quelli visti dai filmati delle telecamere. 

mo.c.

 

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 19 novembre