Menu
Cerca

Riempimenti non autorizzati in cava a Romentino: processo rinviato al 17 dicembre

Riempimenti non autorizzati in cava a Romentino: processo rinviato al 17 dicembre
Cronaca 23 Luglio 2015 ore 21:59

NOVARA – E’ stato aggiornato al 17 dicembre prossimo, per un difetto di notifiche, questa mattina, giovedì 23 luglio, in Tribunale a Novara, il processo per una serie di sversamenti di rifiuti in cava reputati illeciti dagli inquirenti.

Una vicenda emersa a seguito delle indagini relative all’omicidio dell’imprenditore Ettore Marcoli, il 20 gennaio 2010, negli uffici dell’azienda famigliare in località Torre Mandelli a Romentino. Esaminando una serie di elementi in occasione dell’inchiesta per il delitto, gli inquirenti erano giunti a scoprire una serie di riempimenti non autorizzati. Sono così finiti a processo in 14, il padre della vittima, Ezio Marcoli, Giammario Mondini, Mauro Ruaro, Ivano Cesco, Ida Violi, Francesca Cassavia, Idalgo Betteo, Mauro Spinelli, Massimo Fantini, Vladimiro Porta, Bruno, Demetrio e Domenico Morello e Alan Gusmeroli. Stando all’accusa molte aziende smaltivano nella cava senza alcuna autorizzazione. Tra gli imputati, infatti, molti titolari di società e ditte del Nord Italia. Stamani, davanti al pm Vezio Vicuna (l’inchiesta è stata seguita dai pm Nicola Serianni di Novara e Paola Stupino di Torino), il rinvio e una calendarizzazione delle altre udienze.

mo.c.

Per saperne di più leggi l’articolo sul Corriere di Novara in edicola sabato 25 luglio

NOVARA – E’ stato aggiornato al 17 dicembre prossimo, per un difetto di notifiche, questa mattina, giovedì 23 luglio, in Tribunale a Novara, il processo per una serie di sversamenti di rifiuti in cava reputati illeciti dagli inquirenti.

Una vicenda emersa a seguito delle indagini relative all’omicidio dell’imprenditore Ettore Marcoli, il 20 gennaio 2010, negli uffici dell’azienda famigliare in località Torre Mandelli a Romentino. Esaminando una serie di elementi in occasione dell’inchiesta per il delitto, gli inquirenti erano giunti a scoprire una serie di riempimenti non autorizzati. Sono così finiti a processo in 14, il padre della vittima, Ezio Marcoli, Giammario Mondini, Mauro Ruaro, Ivano Cesco, Ida Violi, Francesca Cassavia, Idalgo Betteo, Mauro Spinelli, Massimo Fantini, Vladimiro Porta, Bruno, Demetrio e Domenico Morello e Alan Gusmeroli. Stando all’accusa molte aziende smaltivano nella cava senza alcuna autorizzazione. Tra gli imputati, infatti, molti titolari di società e ditte del Nord Italia. Stamani, davanti al pm Vezio Vicuna (l’inchiesta è stata seguita dai pm Nicola Serianni di Novara e Paola Stupino di Torino), il rinvio e una calendarizzazione delle altre udienze.

mo.c.

Per saperne di più leggi l’articolo sul Corriere di Novara in edicola sabato 25 luglio

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli