Riforniva i pusher novaresi: arrestato 54enne

Riforniva i pusher novaresi: arrestato 54enne
Cronaca 19 Settembre 2015 ore 16:38

NOVARA - Prosegue l’attività dei Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Novara che punta a contrastare lo spaccio e il consumo di droghe tra i giovani, con particolare attenzione all’area posta intorno alla stazione.
Nella rete dei militari è finito questa volta D.P., 54enne originario del Napoletano ma domiciliato in provincia di Milano, già conosciuto dalle Forze dell'Ordine.
Nel pomeriggio di ieri, venerdì 18 settembre, l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dopo vari pedinamenti partiti da piazza Garibaldi.
Fermato per un controllo, tradendo subito un certo nervosismo, è stato sottoposto ad accurata perquisizione personale e domiciliare. Una perquisizione che ha permesso di recuperare, nonostante fossero stati abilmente occultati, complessivamente oltre 550 grammi di hashish, suddiviso in panetti, involucri di vari pezzature, e in 13 ovuli, 22 grammi di marijuana, due bilancini di precisione e la somma in contanti di circa  400 euro, in banconote di vario taglio, il tutto sottoposto a sequestro.
Solitamente proveniente dal Marocco, Pakistan e alcune zone dell’India, la droga appare, spiegano dal comando dei Carabinieri, "di pregevole qualità. In particolare quella confezionata in ovuli, lavorata in maniera diversa dalle altre, è particolarmente ricercata dai consumatori per la maggior concentrazione di principio attivo THC e la sua scarsa disponibilità".

In parte già frazionato in piccole dosi, quanto sequestrato avrebbe fruttato sul mercato oltre  10.000 euro. Visto l’ingente quantitativo detenuto, l’uomo è considerato dai militari uno dei più attivi rifornitori dei pusher cittadini che smerciano successivamente al dettaglio.
Per lui, dopo le formalità di rito,  si sono aperte le porte del carcere di via Sforzesca.
mo.c.

NOVARA - Prosegue l’attività dei Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Novara che punta a contrastare lo spaccio e il consumo di droghe tra i giovani, con particolare attenzione all’area posta intorno alla stazione.
Nella rete dei militari è finito questa volta D.P., 54enne originario del Napoletano ma domiciliato in provincia di Milano, già conosciuto dalle Forze dell'Ordine.
Nel pomeriggio di ieri, venerdì 18 settembre, l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dopo vari pedinamenti partiti da piazza Garibaldi.
Fermato per un controllo, tradendo subito un certo nervosismo, è stato sottoposto ad accurata perquisizione personale e domiciliare. Una perquisizione che ha permesso di recuperare, nonostante fossero stati abilmente occultati, complessivamente oltre 550 grammi di hashish, suddiviso in panetti, involucri di vari pezzature, e in 13 ovuli, 22 grammi di marijuana, due bilancini di precisione e la somma in contanti di circa  400 euro, in banconote di vario taglio, il tutto sottoposto a sequestro.
Solitamente proveniente dal Marocco, Pakistan e alcune zone dell’India, la droga appare, spiegano dal comando dei Carabinieri, "di pregevole qualità. In particolare quella confezionata in ovuli, lavorata in maniera diversa dalle altre, è particolarmente ricercata dai consumatori per la maggior concentrazione di principio attivo THC e la sua scarsa disponibilità".

In parte già frazionato in piccole dosi, quanto sequestrato avrebbe fruttato sul mercato oltre  10.000 euro. Visto l’ingente quantitativo detenuto, l’uomo è considerato dai militari uno dei più attivi rifornitori dei pusher cittadini che smerciano successivamente al dettaglio.
Per lui, dopo le formalità di rito,  si sono aperte le porte del carcere di via Sforzesca.
mo.c.