Cronaca

Rinviato a giudizio l’ex sindaco Giordano: “al processo ci batteremo come leoni”

Rinviato a giudizio l’ex sindaco Giordano: “al processo ci batteremo come leoni”
Cronaca 14 Ottobre 2015 ore 22:09

NOVARA – Diciannove rinvii a giudizio e un non luogo a procedere (per prescrizione) per l’ex direttore del Comune di Novara, Natalino Bertinotti. Esattamente come aveva chiesto la Procura, con il procuratore Francesco Saluzzo e i pm Olimpia Bossi e Nicola Serianni. Si è conclusa così, oggi alle 15,40, dopo nove udienze partite il 26 giugno, l’udienza preliminare relativa al “caso Giordano”, maxi inchiesta che ha come principale indagato l’ex sindaco ed ex assessore regionale. Due i tronconi dell’indagine, uno legato all’attività di primo cittadino, l’altro a quella in Regione.
Il gup Elena Ceriotti non ha stralciato nulla, come invece qualche difensore ipotizzava, o sperava, potesse accadere. Ha infatti, come appunto richiesto dall’accusa, rinviato tutti a giudizio, con processo calendarizzato al 15 gennaio 2016, per tutti i capi d’imputazione.
L’ex sindaco promette battaglia: «Affronteremo il processo e ci batteremo come leoni. Andremo veramente a fondo e staremo a vedere come stanno realmente le cose».

Monica Curino

Tutti i commenti sul Corriere di Novara di giovedì 15 ottobre

NOVARA – Diciannove rinvii a giudizio e un non luogo a procedere (per prescrizione) per l’ex direttore del Comune di Novara, Natalino Bertinotti. Esattamente come aveva chiesto la Procura, con il procuratore Francesco Saluzzo e i pm Olimpia Bossi e Nicola Serianni. Si è conclusa così, oggi alle 15,40, dopo nove udienze partite il 26 giugno, l’udienza preliminare relativa al “caso Giordano”, maxi inchiesta che ha come principale indagato l’ex sindaco ed ex assessore regionale. Due i tronconi dell’indagine, uno legato all’attività di primo cittadino, l’altro a quella in Regione.
Il gup Elena Ceriotti non ha stralciato nulla, come invece qualche difensore ipotizzava, o sperava, potesse accadere. Ha infatti, come appunto richiesto dall’accusa, rinviato tutti a giudizio, con processo calendarizzato al 15 gennaio 2016, per tutti i capi d’imputazione.
L’ex sindaco promette battaglia: «Affronteremo il processo e ci batteremo come leoni. Andremo veramente a fondo e staremo a vedere come stanno realmente le cose».

Monica Curino

Tutti i commenti sul Corriere di Novara di giovedì 15 ottobre