Progetto

Riqualificazione fiumi piemontesi: in dirittura d’arrivo gli interventi sulle sponde dell’Agogna a Borgolavezzaro

I lavori sono stati cofinanziati con 85mila euro dalla Regione Piemonte.

Riqualificazione fiumi piemontesi: in dirittura d’arrivo gli interventi sulle sponde dell’Agogna a Borgolavezzaro
Cronaca Novara, 04 Marzo 2021 ore 12:36

I lavori sono stati cofinanziati con 85mila euro dalla Regione Piemonte attraverso il Bando 2019 di Riqualificazione dei fiumi piemontesi. Un risultato frutto della sinergia tra Regione, Provincia, Comune e associazioni locali. Per l’edizione del Bando 2021 la Regione mette a disposizione 2 milioni e 700mila euro, le domande entro il 3 maggio. Marnati: “Importante riqualificare lo stato dei fiumi per abbassare il rischio idraulico e migliorare la resilienza ai cambiamenti climatici””.

Riqualificazione fiumi piemontesi

Rimodellamento delle sponde del torrente ma anche miglioramento del flusso delle acque, eliminazione di piante infestanti, messa a dimora di alberi appartenenti a specie autoctone e infine riqualificazione, con la posa di staccionate, bacheche e scalinate, di un’area un tempo meta di passeggiate. Sono i lavori, in via di ultimazione, realizzati sul torrente Agogna nella zona “Chiusa di Nicorvo” nel comune di Borgolavezzaro grazie a un co-finanziamento, di 85mila euro, erogato dalla Regione Piemonte attraverso il Bando 2019 di Riqualificazione dei corpi idrici piemontesi.

Il progetto

Il progetto era stato sviluppato e presentato dalla Provincia di Novara, che ha dato corso ai lavori con un’impresa specializzata, e dal Comune di Borgolavezzaro, che ha messo a disposizione i terreni. La Provincia poi ha previsto anche un contratto di manutenzione specializzata per garantire l'attecchimento delle piante mentre della cura dell’area se ne occuperà l'associazione locale "Burchvif".
Un progetto che dunque ha centrato perfettamente le finalità del Bando regionale che mira alla riqualificazione dei fiumi e alla mitigazione del rischio idraulico, senza tralasciare però gli aspetti legati alla fruizione, in questo caso restituendo all'utilizzo pubblico la Spiaggia del Cascinino dell’Agogna, che per tanti anni è stata luogo di balneazione e di svago.

Così Marnati

“Un risultato frutto della sinergia tra Regione, Provincia, Comune e associazioni locali – commenta l’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, Matteo Marnati – Riqualificare lo stato dei fiumi è un lavoro importante, sia per abbassare il rischio idraulico ma anche per migliorare la capacità di autodepurazione e la resilienza ai cambiamenti climatici del sistema fluviale, migliorando così nel complesso il loro stato ecologico”.
Per il 2021 il Bando di Riqualificazione, giunto alla quarta edizione, prevede una dotazione finanziaria di 2 milioni e 700mila euro a disposizione di Comuni, Province ed Enti Parco per riqualificare fiumi, torrenti e laghi piemontesi. Le domande possono essere presentate al Settore Tutela delle Acque, che è a disposizione per ogni informazione, entro il 3 maggio.