Cronaca
Il caso

Rubavano nei bar, nelle tabaccherie e nelle sale slot: scatta la custodia cautelare

I ladri utilizzavano delle targhe rubate per camuffarsi e rendersi irreperibili

Rubavano nei bar, nelle tabaccherie e nelle sale slot: scatta la custodia cautelare
Cronaca Novara, 31 Ottobre 2022 ore 07:00

Rubavano nei bar, nelle rivendite di tabacchi e nelle sale slot anche nella zona del Novarese, per i membri della banda sgominata dalle forze dell'ordine scatta la custodia cautelare in carcere.

Furti nei bar: presi i membri della banda

Furti a bar-tabacchi e sale slot: sgominata banda che aveva colpito tra le province di Novara, Vco, Milano, Bergamo e Monza Brianza, utilizzando auto a cui applicavano targhe rubate. Sono 14 i furti, per un totale di mezzo milione di euro sottratti, contestati a 7 cittadini rumeni, destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Milano, su richiesta della Procura, per il reato di associazione finalizzata alla commissione di furti aggravati.

Colpirono 4 volte tra Romentino e Novara

A eseguire l'ordinanza, i carabinieri di Corsico e Cornaredo. Dei 7 destinatari, due sono stati arrestati, mentre 5 risultano al momento irreperibili. L'attività investigativa è stata avviata nel febbraio scorso, dopo una serie di 5 furti commessi tra il novembre precedente e metà gennaio 2022, con lo stesso modus operandi, a danno di bar-tabacchi nel Milanese. Poi colpi per quattro volte tra Romentino e Novara (dietro lo stadio Piola) e a Casale Corte Cerro.

I ladri utilizzavano targhe rubate

Dalle indagini condotte è emerso che il sodalizio, connotato da particolare professionalità ed esperienza criminale nello specifico settore, ricorreva ad accurati escamotage per eludere le attività investigative, come l'applicazione di targhe rubate poco prima dei furti. La refurtiva veniva piazzata sul mercato nero mediante contatti fiduciari.

Seguici sui nostri canali