Cronaca

Sabato pomeriggio i funerali di Massimo Peressini

Nella chiesa del Sacro Cuore a Novara l'ultimo saluto all'alpinista morto sul Monte Rosa

Sabato pomeriggio i funerali di Massimo Peressini
Cronaca Novara, 03 Maggio 2019 ore 19:39

Si svolgeranno domani, sabato, nel  pomeriggio alle 14,30 nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore  a Novara, i funerali di  Massimo Peressini, il 44enne escursionista deceduto sul Monte Rosa. Peressini, di professione ingegnere, lavorava alle rubinetterie Caleffi ed era un appassionato di alpinismo.  Abitava con la moglie Sara, insegnante alle scuole medie e le figlie di 10 e e 14 anni nel quartiere del Sacro Cuore. Mercoledì nella chiesa parrocchiale si era svolta una veglia funebre. La salma dell’alpinista 44enne era stata ritrovata nel pomeriggio di martedì 30 aprile attorno alle 16,30, in fondo a un crepaccio nei pressi del Col del Lys (4151 m) tra Valle d’Aosta, Piemonte e Svizzera. Si era trattata di un’operazione di recupero complessa a causa delle condizioni meteorologiche proibitive per vento e freddo e della quota elevata, risolto grazie alla sinergia tra Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, Soccorso Alpino Valdostano e Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. Erano state adoperate tutte le risorse umane e tecnologiche a disposizione: elicotteri, droni, unità cinofile e la nuova antenna Recco. Il ritrovamento era avvenuto grazie all’individuazione di una traccia nella neve nei pressi del crepaccio. Con l’ausilio delle corde i tecnici si erano calati all’interno per circa 30 metri prima di trovare il corpo esanime dell’uomo che in seguito era stato recuperato dall’eliambulanza del 118 piemontese. Per favorire le ricerche nei giorni precedenti era stata anche diffusa una foto dell’alpinista sorpreso disperso sul Monte Rosa scattata domenica mattina alle 9 dietro la Capanna Gnifetti.

 

Seguici sui nostri canali