Lavori pubblici

Sbloccati i lavori sulla bretella di Borgo Ticino, un’opera attesa da 30 anni

Il sindaco Marchese è entusiasta e annuncia: "Se tutto va bene l'opera potrebbe essere completa fra qualche mese"

Sbloccati i lavori sulla bretella di Borgo Ticino, un’opera attesa da 30 anni
Arona, 20 Giugno 2020 ore 07:00

Sbloccati i lavori sulla famosa bretella di Borgo Ticino: potrebbe essere la volta buona per vedere terminata un’opera a lungo attesa.

Sbloccati i lavori sulla bretella della statale 32

Dopo un lungo periodo di rallentamenti e di stop sembra finalmente a portata di mano la soluzione a un problema con il quale i borgoticinesi sono costretti a convivere da molto tempo. Finalmente infatti, sono ripartiti i lavori per la costruzione della «bretella» che dovrebbe collegare l’uscita dell’autostrada con il tratto della statale 32, bypassando i punti più critici e gli incroci con le strade più frequentate del paese. Nei giorni scorsi i lavori condotti da aziende private per conto di Anas hanno subito infatti un’accelerazione che ha portato all’apertura parziale della rotonda all’altezza della pista dei go kart e all’apertura totale della rotatoria di via Per Castelletto. Inoltre si è sbloccato anche il cantiere alle gallerie sopra a via Lazzaretto.

Le impressioni del sindaco Marchese

“Dopo un lungo periodo caratterizzato da problemi – spiega il sindaco Alessandro Marchese – finalmente qualcosa si sta muovendo. Inizialmente, qualche anno fa, il caso scoppiò in corrispondenza della revoca del collaudo dell’opera. Iniziò una fase di dialogo con gli abitanti via Lazzaretto, con le Amministrazioni, la Prefettura e Anas. In un primo momento fu stabilito di inibire il passaggio sopra alla galleria, e subito dopo si passò al sequestro dell’area. Fortunatamente questa fase è durata poco, ora è tutto dissequestrato e dopo le verifiche strutturali è possibile ripartire. I tecnici hanno rilevato che c’erano delle crepe all’interno della galleria, che probabilmente non avrebbero causato il crollo della galleria, ma che comunque non potevano essere tollerate”.

La vecchia galleria sarà demolita

Ora finalmente si è optato per la demolizione della vecchia galleria e della ricostruzione di un nuovo passaggio. “Se tutto va come deve andare, l’opera sarà pronta in tempi molto rapidi – prosegue il sindaco – si parla di circa tre settimane per la nuova galleria. Nel giro di tre o quattro mesi quel tratto di strada potrebbe essere riaperto e una volta completati i lavori alle rotonde sulla statale avremo finalmente una tangenziale, un percorso in sicurezza che permetterà di dirottare soprattutto il traffico pesante lontano da qui. Permettendo ai camion di utilizzare un percorso alternativo tra il Gigante di Varallo Pombia e l’autostrada. Sarebbe un onore riuscire a inaugurare quest’opera, che in paese era attesa da circa 30 anni, durante il mio mandato. Un risultato raggiunto grazie al nostro impegno, ma anche grazie al sostegno della Prefettura e alla volontà delle imprese incaricate. Poi strada facendo potremo discutere della possibilità di inserire nel progetto altre rotonde in punti particolarmente critici e come riorganizzare la viabilità”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità