Schiacciato in auto da un albero

Schiacciato in auto da un albero
Cronaca 23 Maggio 2015 ore 14:21

Stava andando al lavoro quanto una pianta si è sradicata, forse a causa del forte vento e della pioggia che imperversava in quel momento sulla frazione di Vintebbio di Serravalle Sesia, ed è caduta sulla sua auto. E' deceduto sul colpo Filippo Vicari, 45enne di professione operaio. Era diretto all'azienda che lo aveva assunto qualche tempo fa, la Gessi Spa: proveniva dal centro abitato, poco dopo le 5.30, e si stava recando verso la frazione sulla provinciale; il sinistro è avvenuto a qualche centinaio di metri dalla rotonda, nei pressi del Bowling. Immediatamente sono giunti sul posto i Vigili del Fuoco e i soccorritori del 118, ma per l'uomo - purtroppo - non c'è stato nulla da fare. Il tratto di strada è rimasto chiuso qualche ora per poter permettere il regolare svolgimento delle operazioni di soccorso; lunghe code si sono registrate, di conseguenza, sulla vicina provinciale della Valsesia. Vicari, di origine siciliana, era giunto a Serravalle da qualche anno.

Paolo Usellini

Stava andando al lavoro quanto una pianta si è sradicata, forse a causa del forte vento e della pioggia che imperversava in quel momento sulla frazione di Vintebbio di Serravalle Sesia, ed è caduta sulla sua auto. E' deceduto sul colpo Filippo Vicari, 45enne di professione operaio. Era diretto all'azienda che lo aveva assunto qualche tempo fa, la Gessi Spa: proveniva dal centro abitato, poco dopo le 5.30, e si stava recando verso la frazione sulla provinciale; il sinistro è avvenuto a qualche centinaio di metri dalla rotonda, nei pressi del Bowling. Immediatamente sono giunti sul posto i Vigili del Fuoco e i soccorritori del 118, ma per l'uomo - purtroppo - non c'è stato nulla da fare. Il tratto di strada è rimasto chiuso qualche ora per poter permettere il regolare svolgimento delle operazioni di soccorso; lunghe code si sono registrate, di conseguenza, sulla vicina provinciale della Valsesia. Vicari, di origine siciliana, era giunto a Serravalle da qualche anno.

Paolo Usellini