Cronaca
Cronaca

Scovato nei boschi di Cambiasca un vero e proprio bivacco di spacciatori

Le forze dell'ordine sono al lavoro per ricostruire la rete di spaccio nella zona.

Scovato nei boschi di Cambiasca un vero e proprio bivacco di spacciatori
Cronaca VCO, 15 Ottobre 2022 ore 14:45

Era un vero e proprio bivacco di spacciatori, quello che la questura di Verbania ha scovato nella mattina di giovedì nei boschi di Cambiasca.

Nei boschi di Cambiasca scovato un bivacco di spacciatori

Sono stati i residenti della zona che, insospettiti dal continuo viavai, hanno allertato la polizia che, intervenuta, in breve tempo ha scovato un vero e proprio bivacco di spacciatori nei boschi di Cambiasca. Grazie all'aiuto dell'unità cinofila della Guardia di Finanza di Verbania, le pattuglie della sezione volanti della Questura del Vco hanno potuto in breve tempo scovare l'accampamento boschivo.

Rinvenuti 9 grammi di hashish e soldi in contanti

Nell'area boschiva gli agenti hanno trovato circa 9 grammi di hashish oltre a una somma di 600 euro in contanti, a riprova dell'attività di spaccio che interessava l'area boschiva. Oltre ai soldi e allo stupefacente, i poliziotti hanno trovato anche due telefoni cellulari, i powek bank per caricarli e numerose derrate alimentari. Da quanto è stato trovato gli agenti hanno ipotizzato che l'accampamento fosse operativo da diverso tempo.

Due uomini denunciati

Nell'accampamento, al momento dell'arrivo delle forze dell'ordine, erano presenti anche i 2 occupanti. Si tratta di due uomini di nazionalità marocchina, entrambi senza permesso di soggiorno. Inoltre uno dei due ha già dei precedenti specifici a suo carico. I due uomini erano ben preparati a restare nel bosco per diverso tempo nell'accampamento. I due sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A loro carico anche un provvedimento di espulsione, firmato dal Prefetto del Vco. Le forze dell'ordine sono al lavoro per ricostruire tutti i contatti dei due malviventi, per ricostruire nei dettagli la rete di spaccio della quale facevano parte.

 

Seguici sui nostri canali