Cronaca

Scuola, già 430 nuovi contratti nelle province di Novara e Verbania

Scuola, già 430 nuovi contratti nelle province di Novara e Verbania
Cronaca 05 Agosto 2015 ore 10:23

NOVARA – Primi passi per la legge 107, la riforma della scuola recentemente approvata dal Governo Renzi. A dare un quadro dei primi effetti nel Nord Ovest è la senatrice Elena Ferrara del Partito Democratico che  parla di 13 mila nuove assunzione nel Nord Ovest, compresi i docenti di sostegno per il potenziamento scolastico. “Per quanto riguarda le province di Novara e Verbania si segnalano già 430 nuovi contratti – enumera la Parlamentare - 294 per Novara e136 per il VCO, che rappresentano il 25% in più di assunzioni a tempo indeterminato rispetto allo scorso anno”.

“Nei giorni scorsi ho personalmente raccolto una diffusa soddisfazione rispetto ai numeri di assunzioni, in particolare nella provincia di Novara, sia per il personale docente, sia per il ripristino del personale ATA, cioè collaboratori scolastici e assistenti amministrativi – prosegue Ferrara -  Non posso non riportare anche disagi di personale che dovrà accettare cattedre più lontane, eventualità che ha sempre caratterizzato il mondo della scuola. Alcuni di loro stanno valutando di non accettare la nomina, se lontano dalla propria residenza e dalle scuole dove si è lavorato in questi anni. Se è immaginabile il travaglio personale, va detto che le nomine non prevedono, per i docenti assunti quest’anno, la triennalità del contratto e il prossimo anno ci sarà una mobilità straordinaria”.

l.pa.

NOVARA – Primi passi per la legge 107, la riforma della scuola recentemente approvata dal Governo Renzi. A dare un quadro dei primi effetti nel Nord Ovest è la senatrice Elena Ferrara del Partito Democratico che  parla di 13 mila nuove assunzione nel Nord Ovest, compresi i docenti di sostegno per il potenziamento scolastico. “Per quanto riguarda le province di Novara e Verbania si segnalano già 430 nuovi contratti – enumera la Parlamentare - 294 per Novara e136 per il VCO, che rappresentano il 25% in più di assunzioni a tempo indeterminato rispetto allo scorso anno”.

“Nei giorni scorsi ho personalmente raccolto una diffusa soddisfazione rispetto ai numeri di assunzioni, in particolare nella provincia di Novara, sia per il personale docente, sia per il ripristino del personale ATA, cioè collaboratori scolastici e assistenti amministrativi – prosegue Ferrara -  Non posso non riportare anche disagi di personale che dovrà accettare cattedre più lontane, eventualità che ha sempre caratterizzato il mondo della scuola. Alcuni di loro stanno valutando di non accettare la nomina, se lontano dalla propria residenza e dalle scuole dove si è lavorato in questi anni. Se è immaginabile il travaglio personale, va detto che le nomine non prevedono, per i docenti assunti quest’anno, la triennalità del contratto e il prossimo anno ci sarà una mobilità straordinaria”.

l.pa.