Scuola pericolosa: gli studenti fanno lezione in strada per protesta

Succede in questi giorni all'istituto alberghiero Maggia di Stresa.

Scuola pericolosa: gli studenti fanno lezione in strada per protesta
11 Settembre 2018 ore 11:56

Scuola pericolosa: una situazione che si trascina da anni e che riguarda studenti del Vco, del Novarese e non solo.

Scuola pericolosa: è scoppiato il caso

Uno dei temi caldi dell’estate del Vco (e non solo) è stato quello legato alle sorti dell’istituto alberghiero Maggia di Stresa. Una scuola che da decenni prepara studenti provenienti da diverse province e regioni italiane. Nel giorno di ripresa dell’anno scolastico, lunedì 10 settembre, insegnanti e alunni si sono rifiutati di entrare in classe. La situazione si è ripetuta anche oggi, martedì 11. “La scuola non è sicura, non vogliamo rischiare. I locali sono fatiscenti e pericolosi”. Questa la sintesi della loro protesta. La situazione più critica per l’istituto, diviso su tre plessi, riguarda le classi che si trovano presso l’ex villa Voirnet al ponte del Roddo. Lì la precarietà della struttura è sotto gli occhi di tutti e lì si è concentrata la protesta.

Una lunga epopea

Da anni i vertici della scuola chiedono una soluzione alle istituzioni. Questo perché l’istituto Erminio Maggia, nato nel 1938, è ormai malandato e non garantisce le condizioni minime di sicurezza. Provincia e Comune di Stresa discutono da tempo della questione. Resta da capire se finalmente si deciderà di procedere con l’avvio del cantiere di una nuova scuola sempre a Stresa. O se invece si faranno più concrete le ipotesi di un trasferimento in altri Comuni. Intanto in questi giorni la vicenda, grazie alla protesta di studenti, insegnanti e genitori, è finita sotto i riflettori dei media nazionali.

(Nelle immagini alcuni fotogrammi tratti dal servizio che Tgcom ha dedicato alla protesta).

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità