Sequestrato cantiere sul torrente Loana

Sequestrato cantiere sul torrente Loana
07 Luglio 2015 ore 16:02

Nella mattinata di lunedì 6 luglio il personale della Polizia Provinciale è intervenuto in Valle Vigezzo per disporre il sequestro di un’area di cantiere nella quale dovrà sorgere un nuovo impianto idroelettrico. Al lavoro una ditta ossolana per la realizzazione dei manufatti in calcestruzzo per l’opera di presa sul torrente Loana.

Sarebbe proprio l’esecuzione di una gettata di cemento con riversamento di materiale nelle acque del rio a causare la morte di centinaia di trote fario allo stato adulto e di novellame.

La cementificazione di oltre trecento metri di fondale ha determinato un grave danno ambientale, in quanto anche il resto della microfauna presente è stata cancellata.

I sigilli apposti dalla Polizia Provinciale, nel sequestro preventivo dell’area, sono finalizzati ad interrompere i lavori che potrebbero portare alla reiterazione del reato. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici di Arpa Piemonte per effettuare i rilievi del caso.

v.s.

Nella mattinata di lunedì 6 luglio il personale della Polizia Provinciale è intervenuto in Valle Vigezzo per disporre il sequestro di un’area di cantiere nella quale dovrà sorgere un nuovo impianto idroelettrico. Al lavoro una ditta ossolana per la realizzazione dei manufatti in calcestruzzo per l’opera di presa sul torrente Loana.

Sarebbe proprio l’esecuzione di una gettata di cemento con riversamento di materiale nelle acque del rio a causare la morte di centinaia di trote fario allo stato adulto e di novellame.

La cementificazione di oltre trecento metri di fondale ha determinato un grave danno ambientale, in quanto anche il resto della microfauna presente è stata cancellata.

I sigilli apposti dalla Polizia Provinciale, nel sequestro preventivo dell’area, sono finalizzati ad interrompere i lavori che potrebbero portare alla reiterazione del reato. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici di Arpa Piemonte per effettuare i rilievi del caso.

v.s.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei