Aveva 96 anni

Sergio Zavoli: il ricordo del Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini

Nel 2008 ad Arona

Sergio Zavoli: il ricordo del Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini
Arona, 08 Agosto 2020 ore 10:25

È scomparso all’età di 96 anni Sergio Zavoli, grande personalità del giornalismo italiano che anche la nostra città ricorderà sempre con grande affetto. Giornalista, scrittore, politico, autore televisivo, presidente Rai e più recentemente Presidente della Commissione di Vigilanza della stessa azienda, Sergio Zavoli non solo è stato un grande professionista, ma anche un uomo dai modi cordiali, gentile e sempre aperto al confronto. Così lo vogliono ricordare i membri del Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini di Arona che hanno avuto occasione di conoscerlo durante la decima edizione dell’omonimo Premio Letterario, evento che si svolge tutti gli anni in autunno.

Il premio

Oltre a premiare gli autori noti ed emergenti, di narrativa, di poesia e di testi giornalistici, il Premio letterario internazionale Città di Arona Gian Vincenzo Omodei Zorini assegna ogni anno il Premio alla Carriera a note personalità della cultura italiana. Nel 2008 il riconoscimento fu conferito proprio a Sergio Zavoli in quanto ‘’Maestro dell’inchiesta televisiva, grande innovatore dei linguaggi della cronaca e dello sport, che ha saputo dedicare la sua lunga carriera ad una rigorosa, quanto profondamente umana, indagine sul nostro tempo’’.

Il giorno che Sergio Zavoli arrivò ad Arona per partecipare alla premiazione è ricordato da tutti i membri dell’associazione con un sorriso. Nonostante i problemi di salute, il noto giornalista non esitò a prendere parte all’evento e in conclusione dimostrò una sincera gratitudine per la giornata trascorsa insieme: << Quando prendeva un impegno lo rispettava sempre e ha voluto essere presente alla cerimonia dall’inizio alla fine – ha raccontato Ornella Bertolini, Presidente del Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini insieme a tutti gli altri membri dell’associazione – Sergio Zavoli è stato un uomo di grande cultura e durante la sua ricchissima e lunghissima carriera ha saputo farsi guidare da quella passione che non lo ha mai abbandonato. È stato un uomo capace di trasmettere questa sua forza a chiunque lo ascoltasse. Tutti, infatti, rimasero affascinati dal suo intervento il giorno della premiazione. La sua compagnia fu molto piacevole e si assentò solamente alla fine della cena per seguire la partita di calcio in programma per quella sera. Da grande appassionato di sport non poteva perdere quell’appuntamento, momento che fu condiviso con Alberto Sinigaglia, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Torino e Franco Bertalli, albergatore aronese con l’ex giocatore della Juventus Attilio Lombardo.

Gli aneddoti

La notizia della sua scomparsa ha addolorato i membri del Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini. Il suo ricordo però non svanirà facilmente e tra gli aneddoti raccontati dai membri dell’associazione ce n’è uno in particolare che verrà conservato nella memoria con grande affetto: la sua partenza da Arona e il suo saluto. << Il giorno della sua partenza ci siamo incontrati per salutarlo – ha concluso Ornella Bertoldini – il taxi era pronto per lasciare Arona e Sergio Zavoli ci ha abbracciato tutti più volte, saliva sulla macchina e poi scendeva di nuovo per risalutarci. Noi eravamo emozionatissimi. In una sola giornata ha saputo regalarci tanto, culturalmente e umanamente. Con questo saluto ci aveva comunicato che era stato bene ad Arona ed è così che vogliamo ricordarlo>>

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità