Cronaca
Lara Leopaldi

Shock nel Vco: studentessa 20enne muore per un malore improvviso

Abitava con la famiglia a Gravellona Toce.

Shock nel Vco: studentessa 20enne muore per un malore improvviso
Cronaca VCO, 29 Dicembre 2021 ore 10:46

Studentessa di 20 anni muore a seguito di un malore improvviso. Sconcerto per una giovane impegnata anche nel volontariato in oratorio.

Studentessa di 20 anni muore

Si era sentita improvvisamente male la sera della vigilia di Natale, quando i genitori hanno dovuto chiamare i soccorsi a seguito di un fortissimo mal di testa. Ricoverata d’urgenza, ha cessato di vivere nella giornata di ieri, martedì 27 dicembre. Sconcerto nella provincia del Vco per Lara Leopaldi, studentessa di appena 20 anni impegnata da molto tempo anche nel volontariato.

La causa del decesso è stata un’emorragia cerebrale.

Il ricordo degli Amici di Don Gianni Sacco

Così la ricorda Gianni Agazzone, amministratore della pagina Facebook “Amici di Don Gianni Sacco”.

“Carissimi amici, proprio il giorno di Natale mi è giunta la notizia della tragedia che stava per compiersi e che ora si è consumata. Attonito ed ancora incredulo, con immenso dolore la condivido con voi. La carissima giovane amica Lara Leopaldi di Gravellona Toce, all’età di soli vent’anni, è volata in Cielo.E’ una tragedia che colpisce non solo mamma Cinzia e papà Francesco ed il fidanzato Luca, ma l’intera comunità Gravellonese dove Lara era molto conosciuta per il suo impegno nel volontariato. La morte di Lara colpisce moltissimo anche noi amici del progetto diocesano “R-Estate in Missione” che promuove la formazione dei giovani che intendono affrontare i viaggi missionari. Personalmente avevo conosciuto ed apprezzato Lara in occasione del bellissimo viaggio missionario che abbiamo vissuto insieme in Brasile nell’estate del 2019, presso la missione di Pescador e Nova Modica con il suo ragazzo Luca Forcina di Gravellona Toce, Martina Frongillo di Oleggio e Gaia Zago di Novara. Lara ha lasciato laggiù un bellissimo ricordo tra i collaboratori adulti della missione, ma soprattutto tra i bambini del “Centro Infantil Padre Joao Sacco”, per la sua simpatia e capacità di condividere sia i momenti di formazione, ma anche quelli del divertimento e dello svago. Qui lascia un vuoto enorme ed incolmabile nella sua famiglia ed in quella del suo Luca e noi ci stringiamo a loro con affetto sincero e soprattutto con la preghiera. Intanto giunge notizia che Lara, nella sua generosità, permetterà di offrire linfa e speranza ad altre persone che soffrono donando i suoi organi e questo la rende ancor più speciale. Carissima Lara riposa in pace e veglia su di noi!”