Cronaca
Nell'astigiano

Soccorritore 118 accende un generatore a gasolio per fare lavori in casa: ucciso dal monossido

Gli scarichi hanno saturato il locale in cui stava effettuando i lavori.

Soccorritore 118 accende un generatore a gasolio per fare lavori in casa: ucciso dal monossido
Cronaca 12 Maggio 2022 ore 11:21

Soccorritore 118 accende un generatore a gasolio per fare lavori in casa: ucciso dal monossido.

Soccorritore 118 ucciso dal monossido

È stata la moglie, al suo rientro a casa, a trovarlo già privo di vita nel locale di sgombero al piano terra della loro abitazione in frazione Valenzani a Castagnole Monferrato.

Come riporta laNuovaProvincia, a perdere la vita è stato Enrico Demarie, 51 anni, barelliere della cooperativa Amos per l’Asl di Asti. Accanto a lui, nello stesso magazzino, c’erano alcuni animali da cortile morti nelle gabbie e i due cani di casa a terra, svenuti.

Proprio la presenza degli animali incoscienti o morti vicini al corpo dell’uomo hanno fatto subito propendere per un decesso dovuto ad intossicazione da monossido di carbonio.

Morte per asfissia

I carabinieri intervenuti su richiesta della moglie che aveva chiamato anche i soccorsi, hanno notato un generatore di corrente sistemato vicino alla scala alimentato a gasolio. Lo scarico però non era rivolto verso una presa d’aria in uscita, ma era libero nella stanza. Il suo utilizzo ha provocato una saturazione di monossido di carbonio che ha provocato prima lo svenimento dell’uomo e poi il suo decesso. Stava facendo alcuni lavori in quel magazzino e necessitava di corrente per utilizzare gli elettroutensili.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter