Cronaca

‘Soccorsi pilotati’, uno degli arrestati sospeso da tutti gli incarichi sindacali

‘Soccorsi pilotati’, uno degli arrestati sospeso da tutti gli incarichi sindacali
Cronaca 11 Novembre 2015 ore 09:00

NOVARA – Valerio Cuppone, uno degli agenti della Polizia stradale di Novara Est arrestati nell’inchiesta relativa ai ‘soccorsi pilotati’, impegnato nel mondo sindacale, sarà sospeso da tutti gli incarichi sindacali attualmente ricoperti.

A darne informazione, con una nota stampa, il segretario generale del Siulp (il Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia), Tommaso Di Gaudio. “In riferimento agli ultimi fatti di cronaca giudiziaria,  che hanno visto come protagonisti alcuni appartenenti alla Polstrada novarese – scrive Di Gaudio - come da mandato congressuale,  la segreteria provinciale, in attesa delle risultanze processuali, ha predisposto nei confronti di Cuppone, ai sensi dell'art 36 dello Statuto Siulp nazionale, delibera di sospensione da tutti gli incarichi sindacali affidatigli. La delibera in questione verrà ratificata alla prima convocazione del Consiglio Direttivo provinciale del Siulp novarese. Questa segreteria provinciale confida nell'operato della magistratura inquirente e degli organi di Polizia Giudiziaria, che hanno indagato, ribadisce e condivide la necessità di assicurare la legalità anche e soprattutto all'interno della Pubblica Amministrazione a tutela e garanzia del servizio svolto per la collettività”. Di Gaudio ribadisce, inoltre, che “ai sensi dell'art. 17 dello Statuto Siulp nazionale, il solo e unico rappresentante legale a livello nazionale, regionale e provinciale del Siulp è il Segretario Generale pro-tempore, tutti gli altri, sono iscritti che a vario titolo contribuiscono alla gestione della struttura ed alla tutela dei diritti della categoria”.

mo.c.


NOVARA – Valerio Cuppone, uno degli agenti della Polizia stradale di Novara Est arrestati nell’inchiesta relativa ai ‘soccorsi pilotati’, impegnato nel mondo sindacale, sarà sospeso da tutti gli incarichi sindacali attualmente ricoperti.

A darne informazione, con una nota stampa, il segretario generale del Siulp (il Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia), Tommaso Di Gaudio. “In riferimento agli ultimi fatti di cronaca giudiziaria,  che hanno visto come protagonisti alcuni appartenenti alla Polstrada novarese – scrive Di Gaudio - come da mandato congressuale,  la segreteria provinciale, in attesa delle risultanze processuali, ha predisposto nei confronti di Cuppone, ai sensi dell'art 36 dello Statuto Siulp nazionale, delibera di sospensione da tutti gli incarichi sindacali affidatigli. La delibera in questione verrà ratificata alla prima convocazione del Consiglio Direttivo provinciale del Siulp novarese. Questa segreteria provinciale confida nell'operato della magistratura inquirente e degli organi di Polizia Giudiziaria, che hanno indagato, ribadisce e condivide la necessità di assicurare la legalità anche e soprattutto all'interno della Pubblica Amministrazione a tutela e garanzia del servizio svolto per la collettività”. Di Gaudio ribadisce, inoltre, che “ai sensi dell'art. 17 dello Statuto Siulp nazionale, il solo e unico rappresentante legale a livello nazionale, regionale e provinciale del Siulp è il Segretario Generale pro-tempore, tutti gli altri, sono iscritti che a vario titolo contribuiscono alla gestione della struttura ed alla tutela dei diritti della categoria”.

mo.c.