Iniziativa

Sottoscritto protocollo tra Regione e Procura di Novara contro gli ecoreati

La Procura della Repubblica di Novara ha iscritto 61 reati in materia ambientale nel 2019 e 74 nel 2018

Sottoscritto protocollo tra Regione e Procura di Novara contro gli ecoreati
Novara, 05 Giugno 2020 ore 09:28

Ieri mattina, giovedì 4 giugno, è stato sottoscritto tra Regione Piemonte e Procura della Repubblica di Novara un protocollo per rafforzare la squadra che
contrasta i reati ambientali.

Il protocollo

La Regione metterà a disposizione degli uffici giudiziari per due anni il geologo Salvatore Maimonte, esperto nella difesa del suolo. «Prevenire i reati ambientali non è solo un dovere, ma ancor di più una priorità in una Regione che ha nell’ambiente uno dei suoi beni più preziosi – sottolinea il presidente della Regione Piemonte  Alberto Cirio – Stiamo uscendo da 100 giorni molto difficili e se c’è una cosa che il coronavirus ci ha insegnato è che bisogna essere uniti e lavorare insieme per superare le difficoltà più grandi. E in un settore così delicato, come quello dei reati ambientali, è fondamentale che le istituzioni collaborino in stretta sinergia contro la criminalità».

Così il novarese Marnati

L’anno scorso l’agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente (Arpa) aveva già sottoscritto un analogo protocollo a cui si aggiunge quello siglato oggi sostenuto anche dall’Assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati. «Oggi è la Giornata mondiale dell’Ambiente – aggiunge l’assessore all’Ambiente  Matteo Marnati – In Piemonte abbiamo 1500 siti di bonifica e molti risalgono a più di 30 anni fa, questo dimostra come sia facile inquinare ma ci vogliano poi tanti anni per recuperare i danni. Ed è per questo che prevenire è fondamentale. La tutela dell’ambiente e la salute sono strettamente correlate, ma ci sono molte realtà che per profitto ignorano la legalità.

Oltre a questo protocollo con la Procura di Novara ne sigleremo presto anche uno con i Carabinieri del Noe. Servono strumenti per contrastare il fenomeno delle ecomafie e sinergie come quella siglata oggi vanno proprio in questa direzione». La Procura della Repubblica di Novara ha iscritto 61 reati in materia ambientale nel 2019 e 74 nel 2018 con una media nell’ultimo triennio di 60 ecoreati l’anno.

«Qui a Novara abbiamo avuto importanti indagini in materia ambientale anche collegate a reati contro la Pubblica Amministrazione – ha sottolineato  Marilinda Mineccia, già procuratore della Repubblica di Novara -. Infatti il gruppo specialistico istituito presso la Procura, formato sia da magistrati che da componenti della Polizia Giudiziaria, è stato potenziato in questi ultimi anni con la presenza di persone altamente qualificate, anche sotto il profilo tecnico»
«La collaborazione tra Enti per assicurare componenti tecniche di professionalità, inserite strutturalmente negli uffici di Procura, è molto positiva – ha aggiunto  Nicola Serianni, procuratore della Repubblica facente funzione presso il Tribunale di Novara -, soprattutto in una materia altamente specialistica come quella dei reati ambientali».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità