Proseguono le indagini

Strage del Mottarone: domani nuovo sopralluogo per capire perché la fune si è spezzata

Oggi previsto invece il sopralluogo della commissione di inchiesta incaricata dal Ministero.

Strage del Mottarone: domani nuovo sopralluogo per capire perché la fune si è spezzata
Cronaca 01 Giugno 2021 ore 12:26

Strage del Mottarone: domani nuovo sopralluogo per capire perché la fune si è spezzata come riportano i colleghi di notiziaoggi.it

Strage del Mottarone

Nonostante gli arresti di due dei tre fermati non siano stati convalidati, la procura di Verbania prosegue senza sosta le indagini sulla tragedia del Mottarone dove hanno perso la vita 14 persone. Domani procuratore e carabinieri incontreranno  Giorgio Chiandusso, il docente del Politecnico di Torino che nei giorni scorsi aveva effettuato i primi sopralluoghi sul luogo dell’incidente.  Oltre alla questione dei forchettoni, occorre che si faccia luce anche sulla questione della fune spezzata. Oggi invece è previsto un sopralluogo da parte degli ispettori della commissione nominata direttamente dal Ministero delle Infrastrutture.

Le indagini proseguono anche per capire se i tre indagati, vale a dire Luigi Nerini, il direttore di servizio Enrico Perocchio e il responsabile Gabriele Tadini (l’unico ai domiciliari) si fossero scambiati mail, messaggi o chiamate sui famosi forchettoni.