Cronaca

Tanta gente alla camera ardente della dottoressa Fossaceca

Tanta gente alla camera ardente della dottoressa Fossaceca
Cronaca 06 Dicembre 2015 ore 14:59

NOVARA - Anche Domenico Santorelli, sindaco di Trivento, in provincia di Campobasso, paese d’origine di Rita Fossaceca, la dottoressa dell’ospedale Maggiore di Novara uccisa in Kenya sabato 28 novembre, sarà presente oggi pomeriggio, domenica 6 dicembre, ai funerali della donna in Duomo. Le esequie sono in programma a partire dalle 16.

Per i funerali il sindaco Andrea Ballarè ha proclamato il lutto cittadino.
Intanto, alla camera ardente, allestita nella chiesa di San Michele dell’ospedale cittadino, grande sin da stamattina il viavai di famigliari, amici, colleghi e conoscenti, che portano il proprio saluto a una donna che ha perso la vita nel portare aiuto a tanti bimbi in difficoltà e che, sino all’ultimo, ha difeso i propri genitori dall’azione violenta dei rapinatori. Fossaceca è stata raggiunta da un colpo d’arma da fuoco, nel tentativo di difendere la madre.
A celebrare le esequie sarà il vescovo di Novara, monsignor Franco Giulio Brambilla. Vicinanza alla famiglia è stata espressa anche dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, in occasione della giornata del Volontariato, che è stata celebrata sabato 5 dicembre. Mattarella: “Siamo vicini a tutti coloro che l’hanno conosciuta”. Boldrini, anche nella sua pagina Facebook, nel raccontare d’aver chiamato il fratello della dottoressa, Pierluigi, per esprimere la sua vicinanza: “La perdita di una persona come Rita è un danno per tutto il Paese”. Il fratello le ha riferito che quei bambini non saranno abbandonati. “Ieri sono stato dai bimbi curati da Rita – ha raccontato alla presidente della Camera – ho detto loro che è morta e, di fronte alle loro lacrime, li ho rincuorati assicurando che non saranno abbandonati”.
Un minuto di silenzio per ricordare la dottoressa anche in apertura del match del Novara con il Lanciano e del Sinodo diocesano a Borgomanero.

mo.c.

NOVARA - Anche Domenico Santorelli, sindaco di Trivento, in provincia di Campobasso, paese d’origine di Rita Fossaceca, la dottoressa dell’ospedale Maggiore di Novara uccisa in Kenya sabato 28 novembre, sarà presente oggi pomeriggio, domenica 6 dicembre, ai funerali della donna in Duomo. Le esequie sono in programma a partire dalle 16.

Per i funerali il sindaco Andrea Ballarè ha proclamato il lutto cittadino.
Intanto, alla camera ardente, allestita nella chiesa di San Michele dell’ospedale cittadino, grande sin da stamattina il viavai di famigliari, amici, colleghi e conoscenti, che portano il proprio saluto a una donna che ha perso la vita nel portare aiuto a tanti bimbi in difficoltà e che, sino all’ultimo, ha difeso i propri genitori dall’azione violenta dei rapinatori. Fossaceca è stata raggiunta da un colpo d’arma da fuoco, nel tentativo di difendere la madre.
A celebrare le esequie sarà il vescovo di Novara, monsignor Franco Giulio Brambilla. Vicinanza alla famiglia è stata espressa anche dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, in occasione della giornata del Volontariato, che è stata celebrata sabato 5 dicembre. Mattarella: “Siamo vicini a tutti coloro che l’hanno conosciuta”. Boldrini, anche nella sua pagina Facebook, nel raccontare d’aver chiamato il fratello della dottoressa, Pierluigi, per esprimere la sua vicinanza: “La perdita di una persona come Rita è un danno per tutto il Paese”. Il fratello le ha riferito che quei bambini non saranno abbandonati. “Ieri sono stato dai bimbi curati da Rita – ha raccontato alla presidente della Camera – ho detto loro che è morta e, di fronte alle loro lacrime, li ho rincuorati assicurando che non saranno abbandonati”.
Un minuto di silenzio per ricordare la dottoressa anche in apertura del match del Novara con il Lanciano e del Sinodo diocesano a Borgomanero.

mo.c.