Teo Pagnoncelli la vittima del mortale di sabato sera

Teo Pagnoncelli la vittima del mortale di sabato sera
Cronaca 21 Giugno 2015 ore 15:40

BORGO TICINO – E’ grande il cordoglio a Borgo Ticino e in tutto l’Ovest Ticino per la morte di Matteo ‘Teo’ Pagnoncelli, il motociclista di 24 anni che, sabato sera 20 giugno, intorno alle 20,30, ha perso la vita in un grave incidente stradale lungo la 32 Ticinese, all’altezza dello svincolo tra la statale e la strada che porta a Gattico e Comignago.
Il giovane abitava proprio a Borgo Ticino, lascia i genitori e il fratello maggiore Guido. La notizia, sabato sera, si è diffusa velocemente tra amici e conoscenti, lasciando tutti senza parole e con un grande dolore. Matteo era molto conosciuto in zona anche grazie alle sue tante passioni, dalle moto, passione che aveva sin da bambino, alla palestra sino al tifo calcistico per l’Inter.

Il giovane, come vi avevamo già riportato, era in sella alla sua motocicletta di grossa cilindrata. A indagare sull’esatta dinamica della tragedia è la Polizia stradale di Arona, immediatamente intervenuta sul posto. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, pare si sia registrato uno scontro tra la moto e una vettura. Al momento quello che è certo è che il 24enne ha perso il controllo della moto, cadendo in mezzo alla carreggiata, mentre il mezzo ha proseguito poi la sua corsa. Inizialmente si era diffusa la notizia che nel sinistro fosse stata coinvolta una vettura, un automobilista pirata della strada, che si sarebbe dato alla fuga. Un’ipotesi, però, negata successivamente dalle Forze dell’ordine, che hanno raccolto, nel corso di tutta la serata, le testimonianze di diverse persone.
Sul posto un’ambulanza medicalizzata del 118, ma le condizioni del 24enne sono subito parse molto gravi e per lui non c’è stato nulla da fare. A seguito dell’incidente, notevoli i rallentamenti al traffico, tornato alla normalità solo in tarda serata.

mo.c.

BORGO TICINO – E’ grande il cordoglio a Borgo Ticino e in tutto l’Ovest Ticino per la morte di Matteo ‘Teo’ Pagnoncelli, il motociclista di 24 anni che, sabato sera 20 giugno, intorno alle 20,30, ha perso la vita in un grave incidente stradale lungo la 32 Ticinese, all’altezza dello svincolo tra la statale e la strada che porta a Gattico e Comignago.
Il giovane abitava proprio a Borgo Ticino, lascia i genitori e il fratello maggiore Guido. La notizia, sabato sera, si è diffusa velocemente tra amici e conoscenti, lasciando tutti senza parole e con un grande dolore. Matteo era molto conosciuto in zona anche grazie alle sue tante passioni, dalle moto, passione che aveva sin da bambino, alla palestra sino al tifo calcistico per l’Inter.

Il giovane, come vi avevamo già riportato, era in sella alla sua motocicletta di grossa cilindrata. A indagare sull’esatta dinamica della tragedia è la Polizia stradale di Arona, immediatamente intervenuta sul posto. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, pare si sia registrato uno scontro tra la moto e una vettura. Al momento quello che è certo è che il 24enne ha perso il controllo della moto, cadendo in mezzo alla carreggiata, mentre il mezzo ha proseguito poi la sua corsa. Inizialmente si era diffusa la notizia che nel sinistro fosse stata coinvolta una vettura, un automobilista pirata della strada, che si sarebbe dato alla fuga. Un’ipotesi, però, negata successivamente dalle Forze dell’ordine, che hanno raccolto, nel corso di tutta la serata, le testimonianze di diverse persone.
Sul posto un’ambulanza medicalizzata del 118, ma le condizioni del 24enne sono subito parse molto gravi e per lui non c’è stato nulla da fare. A seguito dell’incidente, notevoli i rallentamenti al traffico, tornato alla normalità solo in tarda serata.

mo.c.