Cronaca
Tragedia

Travolto da una valanga a Courmayeur: muore 52enne, professore universitario

La vittima è Marco Neppi Modona

Travolto da una valanga a Courmayeur: muore 52enne, professore universitario
Cronaca 20 Dicembre 2022 ore 16:25

Travolto da una valanga a Courmayeur: Marco Neppi Modona, 52 anni, perde la vita nella giornata di domenica 18 dicembre 2022.

Travolto da una valanga a Courmayeur

Uno scialpinista torinese di 52 anni ha perso la vita dopo essere stato travolto da una valanga in Valle d'Aosta. La vittima è Marco Neppi Modona, professore universitario di 52 anni di TorinoIl tragico incidente è avvenuto ieri, domenica 18 dicembre 2022, poco sotto il versante di Pré-Saint-Didier del Colle dell’Arp. La slavina si è staccata quando non mancava molto alle 12, investendo l’uomo mentre era in salita con un amico valdostano.

L'allarme dell'amico

E’ stato proprio quest'ultimo, rimasto illeso, che ha localizzato e iniziato a disseppellire l’amico. La zona presenta però scarsa copertura telefonica e, per chiamare i soccorsi, ha dovuto spostarsi. Come racconta AostaSera.it, dopo essere riuscito a lanciare l'allarme sul posto sono giunti i tecnici del Soccorso Alpino Valdostano in elicottero, assieme al medico rianimatore e al Sagf.

Inutili i soccorsi

Quando il 52enne, è stato finalmente estratto da sotto la coltre di neve, i soccorritori però non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. La salma è stata portata a Courmayeur, per le operazioni di riconoscimento e polizia giudiziaria, affidate appunto alle “Fiamme gialle”. Nel pomeriggio, ha avuto luogo anche il riscontro medico-legale e sono proseguiti gli accertamenti da parte dei militari della stazione di Entrèves.

Professore all'università di Torino

Marco Neppi Modona, dopo aver frequentato il liceo classico “Alfieri” nel capoluogo piemontese e aver studiato psicologia all’Università di Torino, dal 2001 era professore associato di neuropsicologia e neuroscienze cognitive nello stesso ateneo. Sposato, padre di due figli, viveva con passione la montagna, come raccontano le diverse foto e video sui suoi profili social. Con il diffondersi della notizia, le bacheche hanno iniziato ad accogliere i messaggi di cordoglio di chi lo ha conosciuto.

Seguici sui nostri canali