Tribunale: processo per abuso edilizio a Veruno

Tribunale: processo per abuso edilizio a Veruno
Cronaca 15 Maggio 2015 ore 22:34

NOVARA - Tutto era partito da un esposto del 2009, in cui venivano segnalati lavori abusivi in un terreno, a Veruno, dove le opere interne sarebbero state realizzate in parziale difformità rispetto al permesso. Nuova udienza, martedì mattina, in Tribunale a Novara, nel processo che vede alla sbarra il sindaco del Comune del Borgomanerese, Gualtiero Pastore, il tecnico comunale, Giovanni Omarini, Stefania Magistro, intestataria del permesso, Giuseppe Stissi e Rosanna Nasca, dell’Impresa Edil Nasca di Dormelletto, il direttore dei lavori Massimo Rovarini e un vigile urbano, Alberto Merlini. Sono difesi da un collegio di avvocati composto da Carla Zucco, Renzo Inghilleri e Stefano Senzacqua. Le accuse sono, a vario titolo, abuso d’ufficio, abuso edilizio, omessa denuncia e occultamento di atti. Sono stati escussi alcuni vicini di casa, quindi l’udienza è stata aggiornata al 19 maggio, quando sarà affidato l’incarico peritale per la trascrizione su adeguati supporti elettronici di alcune registrazioni di colloqui al telefono. Il 13 novembre, quindi, escussione dei testi della difesa e di un consulente tecnico del sindaco.

mo.c.


NOVARA - Tutto era partito da un esposto del 2009, in cui venivano segnalati lavori abusivi in un terreno, a Veruno, dove le opere interne sarebbero state realizzate in parziale difformità rispetto al permesso. Nuova udienza, martedì mattina, in Tribunale a Novara, nel processo che vede alla sbarra il sindaco del Comune del Borgomanerese, Gualtiero Pastore, il tecnico comunale, Giovanni Omarini, Stefania Magistro, intestataria del permesso, Giuseppe Stissi e Rosanna Nasca, dell’Impresa Edil Nasca di Dormelletto, il direttore dei lavori Massimo Rovarini e un vigile urbano, Alberto Merlini. Sono difesi da un collegio di avvocati composto da Carla Zucco, Renzo Inghilleri e Stefano Senzacqua. Le accuse sono, a vario titolo, abuso d’ufficio, abuso edilizio, omessa denuncia e occultamento di atti. Sono stati escussi alcuni vicini di casa, quindi l’udienza è stata aggiornata al 19 maggio, quando sarà affidato l’incarico peritale per la trascrizione su adeguati supporti elettronici di alcune registrazioni di colloqui al telefono. Il 13 novembre, quindi, escussione dei testi della difesa e di un consulente tecnico del sindaco.

mo.c.