Un 55enne di Verbania la vittima dell’incidente di caccia a Miazzina

Un 55enne di Verbania la vittima dell’incidente di caccia a Miazzina
Cronaca 08 Ottobre 2015 ore 16:14

MIAZZINA – Angelo Francioli, 55enne, originario di Cambiasca (viveva però a Trobaso).

E’ lui la vittima dell’incidente di caccia avvenuto mercoledì pomeriggio 7 ottobre, all’alpe Pala, nei boschi sopra Miazzina, nel Vco. L’uomo, che lavorava come fabbro, era insieme ad altri tre amici, anch’essi di Verbania, per una battuta di caccia al cinghiale. Stando alle prime informazioni i quattro stavano cercando di stanare un cinghiale, mirando all’animale con il fucile. Uno dei cacciatori, sui 40 anni, avrebbe quindi fatto partire un colpo per raggiungere l’animale. In questi pochi istanti il colpo ha però raggiunto il 55enne, ferendolo sotto l’ascella destra mortalmente. Gli amici hanno subito chiesto soccorso. Sul posto i Carabinieri, il 118, che non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo, e i vigili del fuoco. L’esatta dinamica dell’incidente è ancora da ricostruire con esattezza. Il cacciatore che ha sparato, visibilmente sotto shock, è stato già ascoltato dagli inquirenti.

mo.c.


MIAZZINA – Angelo Francioli, 55enne, originario di Cambiasca (viveva però a Trobaso).

E’ lui la vittima dell’incidente di caccia avvenuto mercoledì pomeriggio 7 ottobre, all’alpe Pala, nei boschi sopra Miazzina, nel Vco. L’uomo, che lavorava come fabbro, era insieme ad altri tre amici, anch’essi di Verbania, per una battuta di caccia al cinghiale. Stando alle prime informazioni i quattro stavano cercando di stanare un cinghiale, mirando all’animale con il fucile. Uno dei cacciatori, sui 40 anni, avrebbe quindi fatto partire un colpo per raggiungere l’animale. In questi pochi istanti il colpo ha però raggiunto il 55enne, ferendolo sotto l’ascella destra mortalmente. Gli amici hanno subito chiesto soccorso. Sul posto i Carabinieri, il 118, che non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo, e i vigili del fuoco. L’esatta dinamica dell’incidente è ancora da ricostruire con esattezza. Il cacciatore che ha sparato, visibilmente sotto shock, è stato già ascoltato dagli inquirenti.

mo.c.