Cronaca

Un’assoluzione e una condanna per un furto di un motorino avvenuto in centro

Un’assoluzione e una condanna per un furto di un motorino avvenuto in centro
Cronaca 15 Gennaio 2016 ore 12:37

NOVARA - Un’assoluzione e una condanna a 4 mesi e a 200 euro di multa, giovedì a Palazzo Fossati, per due giovani, rispettivamente un albanese e un italiano, che erano stati arrestati dalla Polizia lo scorso dicembre in centro.

In quell’occasione uno, l’albanese, era alla guida di un’auto, l’altro era in sella a uno scooter, che veniva trascinato dal veicolo. Gli agenti avevano lampeggiato all’auto, invitando il conducente a fermarsi, cosa che quest’ultimo aveva iniziato a fare, mentre l’altro, a quanto pare, cercava di gettare a terra il motorino, buttandosi dentro al veicolo. Erano stati arrestati per il furto del ciclomotore, sottratto poco prima dal giovane in sella. Alla direttissima l’italiano aveva confessato, addossandosi le colpe e spiegando d’aver coinvolto lui l’albanese, senza che questo sapesse che lo scooter era rubato. L’albanese è stato così assolto, mentre l’italiano ha rimediato 4 mesi.

mo.c.


NOVARA - Un’assoluzione e una condanna a 4 mesi e a 200 euro di multa, giovedì a Palazzo Fossati, per due giovani, rispettivamente un albanese e un italiano, che erano stati arrestati dalla Polizia lo scorso dicembre in centro.

In quell’occasione uno, l’albanese, era alla guida di un’auto, l’altro era in sella a uno scooter, che veniva trascinato dal veicolo. Gli agenti avevano lampeggiato all’auto, invitando il conducente a fermarsi, cosa che quest’ultimo aveva iniziato a fare, mentre l’altro, a quanto pare, cercava di gettare a terra il motorino, buttandosi dentro al veicolo. Erano stati arrestati per il furto del ciclomotore, sottratto poco prima dal giovane in sella. Alla direttissima l’italiano aveva confessato, addossandosi le colpe e spiegando d’aver coinvolto lui l’albanese, senza che questo sapesse che lo scooter era rubato. L’albanese è stato così assolto, mentre l’italiano ha rimediato 4 mesi.

mo.c.

 

Seguici sui nostri canali