Un giorno con i cani da soccorso della Guardia di Finanza

Un giorno con i cani da soccorso della Guardia di Finanza
13 Agosto 2015 ore 17:02

DOMODOSSOLA – A piccoli gruppi si sono nascosti, per poi essere “ritrovati” dal naso infallibile dei cani del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. E’ l’insolita esperienza provata da ieri, mercoledì 12 agosto, da circa quaranta bambini del Centro Estivo “Agrinatura” grazie agli uomini e alle unità cinofile della Stazione del S.A.G.F. di Domodossola.

La dimostrazione teorico-pratica si è tenuta in località “La Prateria” a Domodossola e ha lasciato entusiasti i giovani protagonisti. Un modo per consentire ai presenti, fanno sapere le Fiamme Gialle, “di comprendere le tecniche usate delle Unità cinofile del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, nella ricerca di persone disperse”.

l.pa.


DOMODOSSOLA – A piccoli gruppi si sono nascosti, per poi essere “ritrovati” dal naso infallibile dei cani del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. E’ l’insolita esperienza provata da ieri, mercoledì 12 agosto, da circa quaranta bambini del Centro Estivo “Agrinatura” grazie agli uomini e alle unità cinofile della Stazione del S.A.G.F. di Domodossola.

La dimostrazione teorico-pratica si è tenuta in località “La Prateria” a Domodossola e ha lasciato entusiasti i giovani protagonisti. Un modo per consentire ai presenti, fanno sapere le Fiamme Gialle, “di comprendere le tecniche usate delle Unità cinofile del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, nella ricerca di persone disperse”.

l.pa.


 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei