Università Piemonte Orientale, in tanti all’Open Day

Future matricole a tu per tu con docenti e studenti.

Università Piemonte Orientale, in tanti all’Open Day
Novara, 10 Aprile 2018 ore 10:20

Università Piemonte Orientale, tante le future matricole nell’atmosfera del campus a tu per tu con docenti e studenti all’Open Day di sabato 7 aprile.

Università Piemonte Orientale, in tanti all’Open Day

Open Day all’Università del Piemonte Orientale sabato 7 aprile. Anche Novara, come Alessandria e Vercelli, ha risposto all’appuntamento aprendo le sedi di via Perrone e largo Donegani. Diversi gli appuntamenti per i futuri studenti, che hanno potuto vivere per un giorno l’atmosfera del Campus, respirando l’aria dell’ateneo, con i molti studenti già iscritti intervenuti e con gli insegnanti pronti ad accoglierli. I numerosi partecipanti hanno potuto assistere alle presentazioni dei corsi, approfondire le varie tematiche parlando con i professori e gli universitari. Il Complesso Universitario Perrone ha ospitato le presentazioni dei corsi in Economia Aziendale, Promozione e Gestione del Turismo per il Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa; Medicina e Chirurgia, Biotecnologie e tutte le Professioni Sanitarie per la Scuola di Medicina; Giurisprudenza per il Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche Economiche e Sociali.

Al centro la crescita culturale, sociale e professionale degli allievi

Per quanto riguarda la sede del Dipartimento di Scienze del Farmaco, sono stati presentati i corsi di Laurea magistrale a ciclo unico in Farmacia e in Chimica e tecnologia farmaceutiche. Durante le presentazioni è emerso quanto questa Università abbia a cuore la crescita culturale, sociale e professionale degli allievi, inserendosi come tramite facilitatore tra gli studenti e il mondo del lavoro. Particolarmente significativa la testimonianza diretta di una studentessa, al tavolo dei relatori, la neolaureata Beatrice Denna che ha voluto dare qualche consiglio ai ragazzi. «L’Università è un mondo diverso da quello che state frequentando attualmente – ha detto – diversamente da licei e scuole superiori che frequentate, qui siete voi a gestire il vostro percorso. Da una parte è bello ma anche difficile; è consigliato frequentare le lezionianche se non sono obbligatorie. L’Università va anche vissuta in tutti i suoi aspetti. Gli studenti si radunano per varie attività, o anche solo per stare insieme, frequentare le aule informatiche. C’è molta attenzione allo studente, i professori sono molto disponibili, la cosa che mi piace è il legame che si crea tra noi studenti, ci si conosce e ci si sente a proprio agio. Questa università è molto legata al territorio, ma offre nel contempo diverse opportunità di crescita come l’Erasmus, la Scuola Estiva o ad esempio il progetto World in Progress, potete trovare molti e diversi bandi, insomma vivere l’università lavorandoci. Per questo vi auguro, come si dice da noi, “In bocca all’UPO”».
Massimo Centrella

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei