Urologia, innovazione al San Biagio

Lunedì a Domodossola l'intervento chirurgico con braccio robotico per asportare la prostata tumorale: sarà il primo in Piemonte.

Urologia, innovazione al San Biagio
Alto Novarese, 07 Luglio 2018 ore 14:30

Urologia, l’innovazione è di casa all’ospedale San Biagio di Domodossola. Lunedì un paziente verrà sottoposto ad un intervento chirurgico in laparoscopia con un braccio robotico per asportare la prostata tumorale.

Urologia e moderna robotica

La moderna robotica entra in azione al San Biagio, al servizio della SOC Urologia diretta dal dottor Danilo Centrella. «Si chiama Flex dex – afferma Centrella -. Il braccio chirurgico laparoscopico mobile ha la possibilità di flessione come le dita di una mano. E’ simile ai robot e permette la massima precisione chirurgica. E’ stato utilizzato per la prima volta in un importante centro chirurgico in Veneto e da lunedì sarà utilizzato per la prima volta in Piemonte».

Il tumore della prostata

Il tumore della prostata è per incidenza la malattia più frequente nel sesso maschile dopo il tumore del polmone. «La provincia del Vco – spiegano dall’Asl – ha assistito ad un radicale incremento di diagnosi di tumore prostatico in stadio iniziale, quindi con possibilità di cura. Anche il trattamento chirurgico della malattia è notevolmente evoluto negli ultimi dieci anni sino all’avvento del robot». «La visione tridimensionale poi – sottolinea Centrella -, ha permesso un miglior campo di visione, annullando l’unico limite di bidimensionalità della procedura».

Marco De Ambrosis

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità