Cronaca

Usura e corruzione, coinvolto un dipendente delle Entrate: in 4 all’udienza preliminare

Usura e corruzione, coinvolto un dipendente delle Entrate: in 4 all’udienza preliminare
Cronaca 17 Febbraio 2016 ore 09:01

NOVARA – Nulla di fatto, martedì, in Tribunale a Novara, all’udienza preliminare, davanti al giudice Nutini, per una vicenda in cui i personaggi coinvolti, quattro, sono accusati a vario titolo di corruzione, usura, esercizio arbitrario dell’attività di intermediazione finanziaria e tentata concussione. Per loro, la Procura di Novara ha chiesto nelle scorse settimane il rinvio a giudizio. Martedì, dunque, era attesa la preliminare, ma per un problema di notifiche l’udienza è stata rinviata al 17 maggio.

I quattro sono Salvatore Namia, Giuseppe Orciuolo, Sandro Turetta e Antonietta Martinelli. Stando alle accuse, il primo, funzionario all’Agenzia delle Entrate, avrebbe segnalato ai complici i nominativi di piccoli imprenditori che non navigavano in buone acque; il secondo e il terzo, soci di un’azienda di noleggio videogiochi, a conoscenza dei nomi, avrebbero prestato soldi o invitato gli imprenditori in difficoltà a noleggiare da loro le macchinette, con restituzioni e interessi, che in alcune occasioni sarebbero diventati usurai. La quarta è la segretaria della ditta. Tutti negano gli addebiti.

mo.c.


NOVARA – Nulla di fatto, martedì, in Tribunale a Novara, all’udienza preliminare, davanti al giudice Nutini, per una vicenda in cui i personaggi coinvolti, quattro, sono accusati a vario titolo di corruzione, usura, esercizio arbitrario dell’attività di intermediazione finanziaria e tentata concussione. Per loro, la Procura di Novara ha chiesto nelle scorse settimane il rinvio a giudizio. Martedì, dunque, era attesa la preliminare, ma per un problema di notifiche l’udienza è stata rinviata al 17 maggio.

I quattro sono Salvatore Namia, Giuseppe Orciuolo, Sandro Turetta e Antonietta Martinelli. Stando alle accuse, il primo, funzionario all’Agenzia delle Entrate, avrebbe segnalato ai complici i nominativi di piccoli imprenditori che non navigavano in buone acque; il secondo e il terzo, soci di un’azienda di noleggio videogiochi, a conoscenza dei nomi, avrebbero prestato soldi o invitato gli imprenditori in difficoltà a noleggiare da loro le macchinette, con restituzioni e interessi, che in alcune occasioni sarebbero diventati usurai. La quarta è la segretaria della ditta. Tutti negano gli addebiti.

mo.c.


 

 

Seguici sui nostri canali