Cronaca

Vandalizzata la bacheca dei Cinquestelle di fronte al Comune

Vandalizzata la bacheca dei Cinquestelle di fronte al Comune
Cronaca 20 Ottobre 2015 ore 10:07

NOVARA – “Pisello”. Questo il termine scritto con del nastro isolante di colore beige sulla bacheca che il Movimento Cinquestelle gestisce di fronte a Palazzo Cabrino, sede del Comune di Novara.

La scritta è apparsa lunedì nel tardo pomeriggio, proprio sul vetro dietro al quale i grillini novaresi appongono notizie e informazioni per i propri simpatizzanti e per la cittadinanza. Immediata la denuncia sui social. “Oggi qualcuno ha imbrattato la nostra bacheca di fronte al Comune – ha scritto il consigliere Cinquestelle, Luca Zacchero - Un gesto deplorevole che condanniamo. Confidiamo che si possa fare chiarezza su questo atto barbarico”. Molti i commenti di cittadini, attivisti Cinquestelle e non solo, che hanno condannato il gesto. Tra i tanti, l’ex sindaco Armando Riviera scrive: “Comportamenti vergognosi”. Altri “Speriamo nelle telecamere funzionanti”, “Non hanno scusanti, spero che siano individuati e multati come si deve, oltre a risarcire i danni”. C’è anche chi, scherzando, ipotizza come la scritta sia stata collocata da qualche Cinquestelle, visto che, dietro al vetro, c’è un manifestino e, nella foto, sono ritratti il premier Renzi e il sindaco Ballarè, non propriamente ‘simpatici’ al Movimento.

mo.c.


NOVARA – “Pisello”. Questo il termine scritto con del nastro isolante di colore beige sulla bacheca che il Movimento Cinquestelle gestisce di fronte a Palazzo Cabrino, sede del Comune di Novara.

La scritta è apparsa lunedì nel tardo pomeriggio, proprio sul vetro dietro al quale i grillini novaresi appongono notizie e informazioni per i propri simpatizzanti e per la cittadinanza. Immediata la denuncia sui social. “Oggi qualcuno ha imbrattato la nostra bacheca di fronte al Comune – ha scritto il consigliere Cinquestelle, Luca Zacchero - Un gesto deplorevole che condanniamo. Confidiamo che si possa fare chiarezza su questo atto barbarico”. Molti i commenti di cittadini, attivisti Cinquestelle e non solo, che hanno condannato il gesto. Tra i tanti, l’ex sindaco Armando Riviera scrive: “Comportamenti vergognosi”. Altri “Speriamo nelle telecamere funzionanti”, “Non hanno scusanti, spero che siano individuati e multati come si deve, oltre a risarcire i danni”. C’è anche chi, scherzando, ipotizza come la scritta sia stata collocata da qualche Cinquestelle, visto che, dietro al vetro, c’è un manifestino e, nella foto, sono ritratti il premier Renzi e il sindaco Ballarè, non propriamente ‘simpatici’ al Movimento.

mo.c.