Voleva uccidere il rivale con il veleno: in manette autodidatta appassionato di chimica

In manette un giovane autodidatta appassionato di chimica cui avevano dato l'incarico di produrre la "ricina" da somministrare al nuovo compagno dell'ex.

Voleva uccidere il rivale con il veleno: in manette autodidatta appassionato di chimica
30 Dicembre 2018 ore 06:14

Voleva uccidere il rivale con il veleno: in manette giovane autodidatta appassionato di chimica dell’astigiano.

Indagine partita da Torino

E’ partita da Torino, nell’ambito di intercettazioni telefoniche su altra inchiesta, l’indagine che ha portato oggi all’arresto di un giovane astigiano con una pesantissima accusa: quella di detenzione della ricina, un veleno così pericoloso da essere stato trovato nei laboratori sotterranei di Baghdad dopo la destituzione di Saddam nell’ambito dell’arsenale “chimico” segretamente custodito.

Sulla vicenda c’è ancora il massimo riserbo, ma l’astigiano arrestato farebbe parte di un gruppo di quattro persone coinvolte in un folle piano di omicidio scaturito da una relazione finita.

Tutto per farla pagare alla ex. QUI TUTTI I DETTAGLI DELLA VICENDA.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità