Riconoscimento

Volontario castellettese dell’anno: il Comune premia Trabacchin

E' stato scelto il presidente del gruppo di Protezione civile Ticino 94

Volontario castellettese dell’anno: il Comune premia Trabacchin
Cronaca Arona, 16 Gennaio 2021 ore 07:00

Volontario castellettese dell’anno: appena prima della fine del 2020 in municipio è stato premiato l’impegno del presidente della Protezione civile.

Il volontario castellettese dell’anno è Trabacchin

E’ stata organizzata in segreto la premiazione del volontario castellettese dell’anno: per Erminio Trabacchin, presidente del gruppo di Protezione civile Ticino 94, doveva essere una sorpresa. “Quando il sindaco mi ha chiamato – racconta il volontario – dicendomi che mi sarei dovuto presentare in municipio, ho pensato subito alla necessità di un qualche intervento sul territorio. E invece quando ero davanti al portone del municipio mi è stato detto di venire all’interno, dove ho trovato il primo cittadino, l’assessore Sonia Fanchini, il comandante della polizia locale Lorenzo Maffioli e il capogruppo degli Alpini Daniele Pegoraro, in rappresentanza di tutta la Consulta del volontariato. Ricevere quella targa per me è stato un onore incredibile, ma come ho specificato anche in quel momento, si è trattato di un risultato che non avrei mai raggiunto se non fosse stato per la forza del gruppo che mi segue e che condivide con me un impegno che nell’ultimo periodo è diventato sempre più gravoso”.

Le congratulazioni del sindaco Stilo

“Ogni volta ci si presenta il dilemma della scelta del Volontario dell’anno – dice il sindaco Massimo Stilo – e non è mai un compito facile, perché abbiamo la fortuna di lavorare con una comunità molto coesa e animata da diversi gruppi estremamente attivi nel volontariato. Ma quest’anno abbiamo voluto consegnare un riconoscimento tangibile alla nostra Protezione civile e in particolare a Erminio per la completa disponibilità che è stato in grado di offrire nel corso di questa sfida durissima che è quella contro il Coronavirus. Come volontario – quindi senza ricevere un euro – è sempre disponibile a intervenire ovunque sia richiesto il suo aiuto, in ogni momento e con discrezione. E quindi il mio grazie a titolo personale e quello di tutta l’Amministrazione non può che andare a lui e al Gruppo con la G maiuscola che da lui trae esempio e ispirazione”.

Una targa ricordo che sarà conservata gelosamente

Nel corso della cerimonia a Trabacchin è stata consegnata la targa che nella motivazione recita: “per il suo impegno quotidiano nell’aiutare le persone in difficoltà e tutta la comunità castellettese. La dedizione e la competenza nel gestire le emergenze sono state fondamentali in questo anno difficile. Con immensa gratitudine e sincero affetto”. “Quest’anno abbiamo dovuto rinunciare alla festa del volontariato – aggiunge l’assessora Fanchini – durante la quale, da tradizione, si consegna la targa al volontario dell’anno, scelto dai membri della consulta del volontariato. Abbiamo, con le dovute limitazioni, comunque consegnato il titolo di volontario dell’anno, eletto dalla consulta. Il premio è andato a Erminio Trabacchin, capogruppo Protezione civile Ticino 94 di Castelletto Sopra Ticino che, il giorno delle votazioni era assente per un’emergenza della Protezione civile (a dimostrazione del suo impegno), quindi, mantenendo il segreto tra i membri, siamo riusciti ad organizzare una bella sorpresa”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli