Cultura
Borgomanero

A Borgomanero cresce l'attesa per la Notte degli Archivi e per Gianluigi Nuzzi in Marazza

Ecco i programmi delle due iniziative e come fare per partecipare.

A Borgomanero cresce l'attesa per la Notte degli Archivi e per Gianluigi Nuzzi in Marazza
Cultura Borgomanero, 01 Giugno 2022 ore 10:19

Sono due gli eventi in vista che animeranno la biblioteca di Borgomanero gestita dalla Fondazione Marazza: la Notte degli Archivi e un incontro con Gianluigi Nuzzi.

In Marazza cresce l'attesa per la Notte degli Archivi e per l'incontro con Nuzzi

Il primo appuntamento è previsto per venerdì 10 giugno con la Notte degli Archivi, l'iniziativa patrocinata dall'Associazione nazionale archivistica italiana è giunta alla sua 7ª edizione. A Borgomanero la Fondazione Marazza aderisce all'iniziativa con un evento dedicato al Fondo archivistico del suo fondatore. Lonorevole Achille Marazza (Borgomanero, 1894 - Suna di Verbania, 1967) fu avvocato, uomo politico, amministratore di grandi aziende pubbliche e di enti culturali di  importanza nazionale. A partire dal ruolo centrale svolto durante la Resistenza, quando fu dirigente della Democrazia Cristiana in clandestinità e componente del  CLN Alta Italia, Marazza fu al centro del cambiamento più radicale della storia contemporanea italiana, la transizione dal fascismo  alla democrazia. In particolare, la sera del 10 giugno verrà approfondito il processo con cui sono state elaborate le regole della nuova democrazia italiana per affermare i diritti civili e sociali,  analizzando la documentazione prodotta da Marazza durante la carriera politica successiva alla Liberazione, quando ricoprì incarichi di rilievo nei ministeri De  Gasperi, e oggi custodita nel suo archivio personale. L’evento, dal titolo “Un’idea di democrazia sindacale. Il progetto di legge del 1951 nelle carte  dell’archivio  Achille Marazza” avrà inizio alle ore 19:00 nel Salone d’Onore della Fondazione, con una  conferenza in cui interverranno:  Barbara Gattone, archivista, tratteggerà le caratteristiche del Fondo documentale di Achille Marazza; Michela Minesso, ordinario di Storia delle istituzioni politiche all'Università degli Studi di Milano, rifletterà sull’uso delle carte per la Storia, sulla metodologia usata per fare ricerca e quindi sull’importanza degli archivi per la conservazione della memoria; Tommaso Cerutti, dottore magistrale in Scienze storiche, presenterà il suo recente lavoro di ricerca sulla proposta di “legge sindacale” avanzata da Marazza, allora Ministro del Lavoro e della  Previdenza Sociale, nel 1951. Il progetto avrebbe dovuto tradurre in pratica gli articoli 39 e 40 della Costituzione, riguardanti il primo la  libertà sindacale e la formazione delle rappresentanze unitarie per la stipulazione dei contratti collettivi di categoria e il secondo il diritto di sciopero. Al termine  della conferenza sarà inaugurata una mostra con la documentazione relativa al progetto di legge del 1951 conservata nel Fondo Marazza, che ha costituito la base  documentale per il lavoro del dott. Cerutti. Inoltre saranno esposti alcuni libri relativi al medesimo argomento, alcuni dei quali rari o appartenuti allo stesso Marazza  e oggi conservati nelle raccolte della biblioteca. Durante la visita sarà offerto un piccolo rinfresco a tutti i visitatori. La mostra sarà visitabile nell’atrio  espositivo di Villa  Marazza fino al 30 giugno, negli orari di apertura della biblioteca. L’evento si svolgerà nel rispetto delle normative sanitarie vigenti, in particolare sarà richiesto l’uso della mascherina FFP2. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, con prenotazione consigliata dal sito della Fondazione. Contemporaneamente alla conferenza, verrà pubblicato sul canale YouTube della Fondazione una video-intervista al dottor Tommaso Cerutti  che illustrerà i risultati del suo lavoro di ricerca sul Fondo  Marazza, sottolineandone l’importanza per lo studio della Storia italiana contemporanea.

Il 16 giugno l'incontro con Gianluigi Nuzzi

Alle 18 di giovedì 16 giugno inizierà l'incontro con il giornalista milanese Gianluigi Nuzzi, già volto celebre del piccolo schermo per la trasmissione "Quarto Grado" su Rete4 e noto autore di numerose inchieste sul Vaticano. Nuzzi presenterà il suo ultimo libro, un reportage basato sugli atti giudiziari e le interviste ai protagonisti dei fatti di cronaca nera e giudiziaria che negli ultimi anni hanno sconvolto l'opinione pubblica italiana, dal titolo "I predatori (tra noi) - soldi, droga, stupri: la deriva barbarica degli italiani". "Queste pagine - come scrive lo stesso Nuzzi - servono a guardare in faccia una realtà che accade di continuo, sempre più vicino, che  si infiltra nella normale quotidianità di tutti noi, e con cui dobbiamo imparare a fare i conti". Nuzzi dialogherà con il giornalista Massimo Delzoppo. L'evento è in collaborazione con la libreria "Il dialogo - Mondadori Bookstore". Prenotazione sul sito della Marazza.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter