Cultura
A Villa Marazza

A Borgomanero è tutto pronto per la prima fiera florovivaistica e per il premio Borgomanerese dell'anno

Durante la manifestazione sarà consegnato anche il premio Borgomanerese dell'anno.

A Borgomanero è tutto pronto per la prima fiera florovivaistica e per il premio Borgomanerese dell'anno
Cultura Borgomanero, 15 Ottobre 2022 ore 07:45

Si chiama "Colori d'autunno in Villa" ed è la prima edizione della fiera florovavistica che andrà in scena a Villa Marazza il 29 e 30 ottobre.

Fiera florovavistica e Borgomanerese dell'anno: è tutto pronto in Villa Marazza

Nasce da una sinergia tra Enti ed Associazioni cittadine, la manifestazione “Colori d’Autunno in Villa” che si terrà a Villa Marazza il 29 e 30 ottobre dalle 10 alle 18. Il focus principale di questa due giorni è il mercato florovivaistico, una vera e propria eccellenza che ben rappresenta il 6% dell’intera produzione agricola nazionale. Abbinata al florovivaismo la mostra filatelica e fotografica e l’editoria di settore, Sabato 29 ottobre: alle 10 l’inaugurazione della mostra mercato florovivaistica nei cortili interni di Villa Marazza. Alle 10.30 nel Salone d’Onore della Villa la consegna del Premio “Borgomanerese dell’Anno 2022 – XXXIV edizione”. Nel pomeriggio alle 16 la presentazione del volume di Giancarlo Fantini “Erbe, arbusti, alberi per il corpo e lo spirito”. Domenica 30 ottobre: continua la mostra mercato del florovivaismo. Alle 16 nel Salone d’Onore una conferenza di Umberto Cammarano, presidente del Garden Club Borgomanero che verterà su “Arbusti e piante ornamentali utili per creare un giardino attraente anche in inverno”.

Il florovivaismo si abbina con l'editoria e la filatelia

«Abbiamo accolto con entusiasmo la sfida di abbinare il florovivaismo con l’editoria e la filatelia – afferma il presidente della Fondazione Marazza Giovanni Tinivella - il florovivaismo è un evento iconico non solo per gli appassionati, ma anche per coloro che si dilettano ad abbellire il proprio giardino o terrazzo. Quest’anno abbiamo l’occasione di unire le classiche manifestazioni di fine ottobre del Gruppo Filatelico e della Fondazione con questo evento; la proposta ci fa ben sperare». «La valorizzazione del florovivaismo e la salvaguardia del verde sono tra le tante priorità della nostra città – affermano l’assessore alla Cultura Francesco Valsesia e l’assessore agli Eventi Anna Cristina – due anni di forzato isolamento hanno fatto riscoprire la bellezza di piante e fiori unita alla passione per il verde e la qualità della vita; La soddisfazione maggiore è vedere il lavoro congiunto tra le varie associazioni ed enti , che rappresenta una garanzia per l’ottima riuscita della manifestazione».

Seguici sui nostri canali